Selfie, in Arabia vietati quelli ai gatti
PhotoAlto/Alamy
Selfie, in Arabia vietati quelli ai gatti
Società

Selfie, in Arabia vietati quelli ai gatti

Qualcuno l'ha già chiamata "Catwa"...

Non bastava l'accusa a Kim Kardashian di essere una spia a causa dei suoi selfie, pronta ad allontanare migliaia di giovani iraniane dai valori dell'islam di Teheran. Ora anche l'Arabia Saudita lancia la propria "fatwa", o sarebbe più corretto dire "catwa", dal momento che nel mirino dei censori arabi sono finiti i gatti: niente più selfie con i mici, è stato decretato.

Come ricordato dallo sceicco Al-Fazwan, che fa parte del consiglio di 21 persone che hanno il compito di fornire un'interpretazione dei dettami islamici, le foto sono proibite, comprese quelle che hanno per soggetto i propri amici a quattro zampe. "Sono vietate quelle in compagnia di gatti, cani, lupi o qualsiasi altra cosa" ha chiarito lo sceicco, rispondendo ad una domanda mirata durante un programma tv. Unica eccezione i casi di "assoluta necessità" ha precisato il religioso.

Instagram/instavalentinanappi
Mentre in Arabia Saudita è vietato farsi foto con gatti, cani, lupi o qualsiasi altra cosa, secondo i dettami della legge islamica, la pornostar Valentina Nappi ha lanciato una vera "provocazione": un selfie che rappresenta l'orgasmo, il momento di massimo piacere, ottenendo che se ne parlasse
Ti potrebbe piacere anche

I più letti