Ufficio Stampa General Filter
Società

Noleggio barche a vela: cosa sapere, cosa fare

Noleggiare una barca a vela è sempre più di moda ma bisogna seguire alcuni preziosi consigli per evitare brutte sorprese

Sono sempre più gli italiani che decidono di regalarsi una vacanza diversa, attraverso il noleggio di barche a vela. Un modo davvero unico per vivere il mare in piena libertà.
Come ogni vacanza però anche il noleggio di una barca a vela può trasformarsi in un'esperienza negativa. Per evitare quindi il rischio di rovinarsi la vacanza ci sono dei consigli semplici da seguire.

Perché noleggiare una barca a vela

Prima di tutto bisogna chiarirsi ed essere tutti convinti di questa scelta. La barca infatti è un ambiente particolare. Serve grande unità di intenti, una giusta dose di pazienza e soprattutto la conoscenza di quella che è la vita per mare. Il consiglio infatti è quello di provare ad avere delle esperienze alle spalle con delle gite giornaliere, meglio se con una notte passata a bordo. Di sicuro il grosso vantaggio di questo tipo di vacanza è la più completa ed assoluta libertà. Ricordatevi però di organizzarvi per tempo se volete trascorrere le notti in porto. I posti sono spesso limitati.

Quale vacanza scegliere

Questa è la parte più semplice e meno rischiosa. Ogni mare, oceano, crociera, viaggio, ha la sua bellezza, unica. Bisogna però conoscere bene le varie diversità che ogni rotta porta con sè. Il mare infatti non è tutto uguale. Onde, correnti, natura, la completa conoscenza del luogo aiuterà a vivere al meglio la vacanza allontanando rischi e problemi.

Come scegliere in sicurezza

Inutile dire che la cosa invece più complessa e rischiosa è la scelta della società da cui noleggiare la barca. Sul web infatti si trovano offerte allettanti, soprattutto dal punto di vista economico, legate a dei privati ma che spesso nascondono sorprese fino a trasformarsi in vere e proprie truffe. Meglio quindi affidarsi a società conosciute del settore, di comprovata esperienza, con disponibilità di barche in diversi luoghi e contatti internazionali, ed in grado di modulare la scelta della vacanza in maniera la più personalizzata possibile.
Una volta scelto prestate molta attenzione al contratto prima di firmarlo:
Verificate che il contratto sia stato ben firmato anche dalla base
Verificate nel dettaglio le varie opzioni, come: lenzuola, pulizia, motore fuoribordo, altri extra (come pinne, maschere, boccagli…). Completate la lista dell’equipaggio se non è già stata fatta e, solo a quel punto, lasciate la cauzione.

Attenzione all'inventario

Una volta arrivati al porto e vista la barca bisogna controllare con attenzione sia l'interno che l'esterno.
Per prima cosa controllare a vista lo stato della barca, in generale, poi si passa ai dettagli cominciando con il funzionamento e lo stato dell’ancora. Verificare lo stato delle vele e se possibile, issare la randa. Trovare il gavone dell’acqua e quello del gasolio verificandone lo stato. Controllate la doccia esterna e le prese a mare.
Per quanto riguarda l'interno invece anche qui si potrebbero nascondere delle spiacevoli sorprese. Una barca a vela infatti deve avere utensili ed attrezzi come quelli che si dovrebbero trovare in una casa.
Controllare l'esistenza e la dotazione della cassetta degli attrezzi, fondamentale in caso di guasto o piccola manutenzione in mare. Segnalare se ci fossero mancanze in cucina (posate, stoviglie, detersivi). recarsi nelle cabine per vedere se cuscini e lenzuola siano come da contratto e nei bagni per verificarne il corretto funzionamento.
Fondamentale però è verificare che ci siano tutti gli equipaggiamenti di sicurezza (giubbotti, lampade, razzi di segnalazione); fare lo stesso con la radio e gli altri strumenti per la navigazione (Gps, satelliti). Controllare le scorte di gas per la cucina e mettete il motore in funzione prima di entrare in mare aperto per testarne il funzionamento senza che si siano perdite di olio o dell'acqua in sentina.

Meteo

Importante! Fate un punto meteo con il capo base e non esitate a chiedergli consigli per il vostro itinerario prima di mettervi in mare. A quel punto non vi resta che godervi il vostro viaggio, in totale sicurezza.

Ti potrebbe piacere anche