Loredana Lecciso
(Loredana Lecciso)
Loredana Lecciso
Società

Loredana Lecciso: "Le critiche non mi fanno paura"

La sua verità sul futuro matrimonio, sui gossip di questi giorni e sulla mancata partecipazione a Mission

Non c’è apparizione televisiva o servizio patinato in cui compaia, che non faccia notizia. Loredana Lecciso, quella che “stava in tivù anche quando lo schermo era spento” – citando ciò che disse di lei qual gran genio di Funari – continua ad essere un ‘fenomeno’ ultra pop, amato e discusso. E da qualche mese lei e Al Bano si sono ripresi la scena mediatico-gossippara, complici la proposta di matrimonio svelata a inizio estate e il concertone reunion con Romina Power a Mosca. Ma è una Lecciso diversa e riflessiva quella vista in tivù di recente, meno “show girl presuntuosa e stonata” (tanto per citare la sua canzone Si vive una volta sola) e più profilo basso. Metamorfosi in atto? Panorama.it lo ha chiesto direttamente a lei.

Loredana, cos’è successo alla Lecciso che si prestava ai siparietti domenicali trash e litigava con Aldo Busi all’Isola dei Famosi?

Parliamo di una vita fa. Sono sempre la stessa persona ma ho cambiato ottica: una persona può smussare certi aspetti del proprio essere ma non cambiare del tutto. Sicuramente sono una donna più consapevole e meno fragile.

Nei salotti tivù però non ti risparmiano critiche, a volte anche pesanti.

Lo capisco, è giusto che ognuno esprima in piena libertà la propria opinione e poi, si sa, sono lì per quello. I pregiudizi non mi hanno mai scalfito più di tanto. In generale le critiche, anche se feroci ma motivate, non mi fanno paura: temo più quelle sciocche e sterili. 

Non dirmi che quando fanno di te ritratti feroci non t’infastidisci…

Spesso parlano senza nemmeno conoscermi poi quando mi conoscono...non cambiano idea (dice ridendo): scherzi a parte, è capitato anche di recente che alcuni personaggi che hanno parlato ‘male’ di me a Domenica Live poi in privato si siano 'ricreduti'. Amo e ammiro chi si concede un margine di mutamento, chi non ha paura di cambiare idea.

Hai molti amici tra i ‘famosi’?

Non divido le persone in categorie: frequento gente con cui sto bene e con cui mi posso confrontare senza preconcetti.

Capitolo tivù: è vero che c’erano contatti avanzati per una tua partecipazione a Ballando con le stelle?

Non proprio avanzati. Ma confesso che è uno dei miei programmi preferiti e non mi dispiacerebbe affatto partecipare. Tra l’altro stimo molto la Carlucci, una grandissima professionista, e Bibi Ballandi, il produttore del programma.

Hanno scritto che in Rai qualcuno avrebbe anche calato il niet sulla tua presenza a Mission, il programma umanitario già al centro di molte polemiche.

Niente di più falso! Me l’avevano proposto ed ero stata convocata in Rai per visionare il numero zero: poi con Al Bano c’abbiamo riflettuto e siamo arrivati alla conclusione che forse sarebbe stato meglio che lui partecipasse con le sue figlie. E così è stato.

A proposito di Al Bano: s’insinua il sospetto che non avrebbe gradito la tua recente ribalta mediatica. Copione pre-crisi?

Sono uscite delle foto di Al Bano con i nostri figli a Venezia: io non c’ero semplicemente perché avevo già preso un impegno con Barbara D’Urso e non potevo tirarmi indietro a poche ore dalla diretta. Abbiamo fatto colazione tutti e quattro in hotel e poi loro sono partiti per Venezia. Tutto il resto solo dietrologie.

Gioco della verità: il tanto annunciato matrimonio, si farà? E quando?

Non credo si possano fare previsioni a breve termine. La proposta da parte di Al Bano c’è stata e questo è molto importante per me e per i miei figli: io prima ero proiettata sempre verso il futuro, ora invece guardo di più al presente. Ho imparato a gustarmi anche l’attesa.

Attesa già guastata da Cristel Carrisi, la figlia di Al Bano, che si è opposta pubblicamente al matrimonio.

E’ normale che preferisca rivedere assieme i suoi genitori.

Fai la diplomatica?

Non è questione di diplomazia ma di semplice buonsenso. Sono stata molto impulsiva e istintiva in passato: ora sono molto più razionale e quasi quasi questa cosa mi preoccupa (ride).

E’ vero che hai rinunciato a posare per un calendario per il quale ti era stata fatta un’ottima proposta economica?

Ho detto no due volte, ad essere sincera, e non ho alcun ripensamento.

Nell’ambiente televisivo milanese si sussurra di un tuo nuovo progetto televisivo: rumor attendibile?

Per scaramanzia non dico nulla: tutte le volte che mi espongo troppo, le cose poi non si concretizzano. 

Chiudiamo con la Lecciso imprenditrice: non tutti sanno che in Puglia sei proprietaria di alcuni negozi di calzature e di arredamento.

Considerando la crisi, le cose vanno abbastanza bene. Appena posso cerco di andare nei negozi e di recente ho anche disegnato una linea di complementi di arredo per la casa: ho la fortuna di fare una cosa che mi piace e che mi dà un grande senso di libertà.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti