Chiara Raiola

-

“Oggi dobbiamo uscire da qui diversi da come siamo entrati”. Giulio Beronia project manager di Hrc, la community dei professionisti delle risorse umane che con Panorama d’Italia organizza l’evento “Panorama, carriere e lavoro” (leggi qui per saperne di più) esorta i ragazzi presenti all'appuntamento ravennate a mordere la giornata.

Cercare un impiego è come conquistare una ragazza, rilancia Pier Carlo Barberis, director & business strategy manager di Hrc: “dopo averla adocchiata, ci si informa sul nome, se è fidanzata, dove abita. Lo stesso va fatto con l’azienda che avete puntato per il colloquio di lavoro”.

La regola numero uno, sottolinea Chiara Cifoni, responsabile Servizio Selezione, Sviluppo e Formazione Risorse di Banca Monte dei Paschi di Siena, è collegarsi al sito dell’impresa che si vuole contattare: “presentarsi al colloquio senza sapere chi avete di fronte è il primo passo sbagliato”. Chiara Cifoni chiarisce subito che “lavorare in banca non era nelle mie intenzioni. Questo per dirvi che nella vita gli obiettivi possono mutare. La verità è che non esiste il candidato ideale, ma quello che l’azienda sta cercando”.

Le regole per un colloquio vincente

Per tutti i responsabili del personale delle aziende chiamate da Hrc, Mps, EmilBanca, La Perla, la Lega del Filo d’oro e Cmc, indispensabili sono la conoscenza dell’inglese e buone competenze digitali, ma può essere utile anche fare un’analisi di mercato e una pianificazione finanziaria “per capire - ha precisato Davide Alliata, responsabile Servizio Protezione, Vita e Previdenza di Mps -come si evolverà la vostra professione nel tempo, come può essere migliorata”.

Nei colloqui di lavoro la prima impressione è importante: “influenza al 45%”, ammette Chiara Cifoni. Per il resto bisogna metterci testa e cuore, trasmettere passione ed entusiasmo. “Ma quando ci chiedono i nostri punti di forza e i nostri punti di debolezza come ci dobbiamo comportare?”, chiedono i ragazzi. ”Non mentire mai, innanzitutto - rispondono all’unisono i capi delle risorse umane - sono domande utili a capire quanto siete consapevoli di voi stessi, è un’autovalutazione, non prendetela sottogamba”. E non dimenticate mai, aggiungono, di “curare la vostra reputazione digitale. I social network possono fare la differenza”.

Volontariato e sport

Forse un po’ a sorpresa le esperienze di volontariato sono apprezzate dalle aziende perché dimostrano impegno, un approccio collaborativo, anche se vanno sempre contestualizzate spiegandone la motivazione. Lo stesso vale per lo sport, soprattutto se praticato a livello agonistico “significa che avete spirito di sacrificio e siete abituati a lavorare in squadra”.

Il lavoro in Emilia Romagna

Ma dove cercare? Universitas Mercatorum, controllata dall’università telematica Pegaso e partecipata da Unioncamere, snocciola i dati del progetto Excelsior che analizza le informazioni sulle professioni insieme a quelle delle imprese: una ripresa del mercato del lavoro c’è nel centro Italia dove è cresciuta la domanda di laureati in ingegneria, economia, statistica e materie umanistiche per l’insegnamento. Tra le professioni più richieste analisti e progettisti software, professioni sanitarie e ingegneri energetici e meccanici.

© Riproduzione Riservata

Commenti