Lavoro: a lezione di strategie e tecniche per affinare la ricerca

A Bergamo, per Panorama d'Italia, le domande dei ragazzi e le risposte dei responsabili delle risorse umane di Hrc Group per trovare l'impiego migliore

hrc-panorama-ditalia-bergamo

Bergamo, 11 maggio 2018 - Stefano Giampietroni, Employer Branding Director Costa Crociere con Elisabetta Pezzotta, HR Directo Sperlari e Valeria Bonsegna, Talent Acquisition Manager Schneider Electric – Credits: Filippo Poltronieri - Next New Media

Iniziare a orientarsi nel mercato del lavoro, prendere confidenza con le strategie e le tecniche di ricerca di un impiego, imparare a scrivere il curriculum: “Uscirete da qui arricchiti e più consapevoli delle vostre potenzialità”. Non ha dubbi Giulio Beronia, manager di Hrc Group, la più grande community dei responsabili delle risorse umane che come da tradizione, ormai, chiama a raccolta i giovani delle città toccate dal tour di Panorama d’Italia per un focus sul loro futuro.

L’appuntamento “Panorama, Carriere e lavoro” è seguitissimo ovunque. E Bergamo non fa eccezione.


Tante domande e curiosità

“Vorremo trovare un lavoro che ci piaccia, ma siamo consapevoli di essere infarciti di tanta teoria, uscendo dall’università ci troviamo spiazzati”, dice Martina, 26 anni, laureata in comunicazione. E voi siete qui per questo, rilancia Beronia che aggiunge: “Fateci mille domande, toglietevi tutti i dubbi. Insomma, tutto quello che aveste voluto sapere sul colloquio di lavoro e non avete mai osato chiedere”.

La motivazione è lo step iniziale da cui partire per gestire in maniera brillante un colloquio di lavoro. Lo dicono un po’ tutti i responsabili delle risorse umane durante il faccia a faccia con i ragazzi in aula.

 

I suggerimenti dei responsabili delle risorse umane

Valeria Bonsegna, talent acquisition manager di Schneider Electric, invita i ragazzi a farsi guidare della passione: “Darà valore aggiunto al vostro lavoro perché lo farete con piacere. Noi privilegiamo le competenze tecniche, ma hanno importanza anche i test psicologici dato che mettono in risalto le potenzialità del candidato”. Dalla flessibilità, poi, non si può prescindere: “Muoversi diventa un’opportunità - sottolinea Elisabetta Pezzotta, Human Resources Director di Sperlari - l’apertura mentale sul futuro professionale è indispensabile. Non è detto che si debba fare lo stesso lavoro tutta la vita, non bisogna essere rigidi su quest’aspetto. Arricchite le vostre competenze anche con gli stage”.

Il caso Costa Crociere

E la curiosità non deve essere mai messa in soffitta. Le aziende vanno guardate a 360 gradi. Come Costa Crociere: “La nostra azienda ama rendere felici gli altri - racconta Stefano Giampedroni, Employer Branding Director - quindi ci vuole propensione alla convivialità anche solo per chi disegna un itinerario. Lavorare con noi è una scelta di vita in un mercato in grande sviluppo. Siamo in grado di offrire ospitalità per 45.800 persone al giorno, abbiamo un piano di investimenti per 138 mila posti letto globali, in ogni nave ci sono almeno 1000 persone di equipaggio. E abbiamo quartier generali in tutto il mondo”.

Un suggerimento su tutti: ”Non abbiate paura di sbagliare, tutto serve a costruire la persona che volete essere. Lì fuori c’è il mercato del lavoro. Bisogna scegliere con attenzione dove andare a bussare, capire come 'vendere' le proprie competenze nel modo più efficace e convincente”.

© Riproduzione Riservata

Commenti