Scienza

Come voleremo in futuro?

Idee, comodità e tools per viaggiare comodi e rilassati, con un occhio all'ambiente. Direttamente dall'Aircraft Interior Expo di Amburgo

aerei, cielo

Maddalena Bonaccorso

-

Gli interni degli aeroplani: sedili, finestrini, cinture di sicurezza, carrelli per food e beverage, intrattenimento di bordo, connessione internet, spazio per le gambe. In una parola, il comfort di viaggio e le idee -più o meno folli- per aumentarlo sono state come ogni anno al centro di "Aircraft Interior Expo" di Amburgo, la più grande fiera del settore che si è svolta nella città tedesca i primi giorni di Aprile.

Le compagnie aeree e le più grandi aziende produttrici di tecnologia si sono pacificamente "scontrate" a suon di innovazione ed experience di viaggio, con risultati che fanno ben sperare sul futuro dei nostri spostamenti in aereo. Ecco una selezione di idee che potrebbero rivoluzionare -anche se in piccolo- il modo di vivere l'aereomobile, con una piccola anticipazione di ciò che sarà presentato durante EXPO Dubai 2020, nell'ottobre dell'anno prossimo.

Sedili centrali con vista

Non c'è niente di peggio di trovarsi seduti nelle file centrali dell'aeroplano, specialmente se il viaggio si prolunga per più ore e non c'è quindi modo di guardare fuori per distrarsi un po'. In aiuto dei viaggiatori arriva dunque l'idea di Collins Aerospace, colosso della progettazione con sede a Palm Beach, che fornisce finestrini artificiali con "streaming digitali" di ciò che effettivamente si vedrebbe all'esterno. Sono già stati montati sulle nuove "First Class" di Emirates, ma un domani potrebbero arrivare anche nelle top class di altre compagnie.

Un'app per controllare il jet-lag

Sonno, irritabilità, scarso rendimento, sconvolgimento dei ritmi circadiani. Ecco le conseguenze di chi viaggia a cavallo di più fusi orari soffrendo di un'inevitabile sindrome da jet-lag.

Ma adesso arriva un'app, prodotta da Panasonic e chiamata Jet Lag adviser che, prendendo in considerazione tutta una serie di dati del passeggero (altezza, peso, ritmo circadiano, cronotipo, tipo di viaggio, ore di volo, etc etc) ed elaborandoli tramite un'intelligenza artificiale, produce piani personalizzati per ciascun viaggiatore: in pratica, l'app fornisce al passeggero un "Punteggio" che indica la severità del jet lag al quale va incontro e gli suggerisce tutta una serie di comportamenti per conservare energie e farsi trovare freschi e riposati all'arrivo. La prima compagnia a provarla sarà Etihad.

Cabine intelligenti

La Boeing (azienda leader nella progettazione e costruzione di aereomobili) ha costruito una cabina in grado di "prendersi cura di sé stessa", come ha dichiarato il "digital leader" Dan Bittner. Il prototipo, che si trova a Seattle, è in grado di proiettare sul tetto le immagini del cielo di notte così come è veramente al di fuori dell'aereo (tramite display a led inseriti nei pannelli del soffitto) e di trasmettere sui finestrini, tramite realtà aumentata, tutta una serie di informazioni geografiche riguardanti le località che vengono man mano sorvolate. Ma non solo: per lasciare gli assistenti di volo liberi di dedicarsi al meglio ai passeggeri, la cabina sarà in grado di effettuare da sola tutta una serie di controlli che al momento vengono fatti manualmente, come il blocco e lo sblocco delle porte delle toilette e la chiusura delle cappelliere.

Materiali traspiranti e fresco (o caldo) su misura

Addio a quella odiosa -e appiccicosa- sensazione che si prova accomondandosi sui sedili degli aeromobili, soprattutto d'estate. Tapis, azienda americana molto attenta all'innovazione e all'ambiente, sta sperimentando un tessuto "che respira", sostenibile, a base di pelle sintetica e quindi approvato dai vegani in quanto cruelty-free. Il nuovo tessuto è micro-perforato e può essere usato sia per i sedili che per le pareti delle cabine.

L'azienda Lantal, invece, sta preparando per i nuovi Boeing 777 in uscita alla fine del 2019, una serie di sedili modulari che daranno ai passeggeri la possibilità di riscaldarli o refrigerarli. Per il momento saranno montati solo sui sedili di First e Business Class.

Musica e connettività

I fortunati passeggeri American Airlines avranno presto accesso all'immensa discografia di Apple Music, senza costi e senza difficoltà di collegamento. Grazie a un accordo tra il vettore americano e il colosso di Cupertino, infatti, chi è già iscritto al servizio di musica in streaming potrà accedere da qualsiasi volo domestico di American Airlines a 50 milioni di canzoni. Ma anche chi non si è ancora iscritto potrà registrarsi una volta a bordo e avere un bonus di tre mesi gratuiti. American Airlines, infatti, ha da poco insallato su 570 dei suoi velivoli il sistema ViaSat, che permette anche di navigare in alta velocità.

Snack appena sfornati

Uno snack buono "come ai vecchi tempi"  anche per le Economy Class: è quello che producono gli specialisti tedeschi dell'"On-board food" di D&F, che hanno realizzato, per le rotte USA-Europa della compagnia americana Delta airlines, un biscotto al cioccolato da servire caldo. 

Lo snack, che viene proposto ai passeggeri in un sacchetto di carta (e non nel classico, asettico packaging di plastica da viaggio) viene riscaldato nel microonde di bordo e sparge in cabina il profumo delle torte fatte in casa. D&F ha vinto, per i suoi prodotti da consumare ad alta quota, il Mercurys Airline catering award.

Luci più calde in cabina

Tantissime aziende hanno presentato ad Amburgo varie soluzioni per aumentare il comfort dell'illuminotecnica nelle cabine. Una delle più valide è sicuramente Schott, che con il sistema HelioCurve, ovviamente a led, permette di avere a disposizione una enorme varietà di colori e di gradazioni, nonché di "calore" della luce. Grazie alla totale flessibilità e alle ridotte dimensioni dei corpi illuminanti è possibile posizionarle ovunque e -finalmente- leggere o scrivere senza disturbare il vicino di posto.

"Creare" il proprio aereo

Emirates, più volte premiata come miglior compagnia al mondo e apprezzatissima anche per l'intrattenimento di bordo, ha da poco rilasciato il video ufficiale di quello che sarà il suo padiglione a Expo 2020, a Dubai. E anche in quell'occasione, l'obiettivo sarà puntato sul futuro dei viaggi in aereo, sui progressi nella tecnologia e soprattutto sul miglioramento del comfort e del benessere dei passeggeri a bordo.

Inoltre, i visitatori del padiglione emiratino potranno configurare il loro aereo del futuro, variando tecnologie e design e contribuendo con le loro idee alla "costruzione" dei viaggi dei prossimi anni.

L'aereo dei sogni? Probabilmente è più vicino di quanto pensiamo.



© Riproduzione Riservata

Commenti