controllo green pass
(Ansa)
controllo green pass
Salute

Decreto Covid Omicron, le sanzioni per chi non si vaccina (e non solo)

Il decreto ufficiale ancora non è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ma a due giorni dalla sua approvazione in Consiglio dei Ministri cominciano ad emergere dettagli su quelle che saranno le sanzioni legate all'obbligo vaccinale per gli over 50 ma anche per coloro che non rispettano le norme inserite appunto nel decreto del 5 gennaio.

A partire dal primo febbraio gli over 50 anni che non rispettano l’obbligo vaccinale imposto dal Governo dovranno pagare 100 euro di multa una tantum (una volta sola). La sanzione sarà irrogata dall’Agenzia delle entrate incrociando i dati della popolazione residente con quelli risultanti nelle anagrafi vaccinali regionali o provinciali. Mentre per chi accede ad attività e servizi e trasporti inserite nel nuovo Dpcm senza il certificato verde dovrà pagare una multa da 400 a 1000 euro. La multa vale anche per i datori di lavoro e gli esercenti che non controllano il possesso della certificazione verde.

Sanzioni per chi non rispetta l’obbligo vaccinale

Il nuovo decreto prevede per tutti coloro (lavoratori e inoccupati) che non saranno in regola con l'obbligo vaccinale a partire dal 1 febbraio 2022, una sanzione di 100 euro una tantum. La sanzione sarà irrogata dall'Agenzia delle entrate, attraverso l'incrocio dei dati della popolazione residente con quelli risultanti nelle anagrafi vaccinali regionali o provinciali.

Le sanzioni per i lavoratori over 50

Per i lavoratori pubblici e privati e i liberi professionisti non vaccinati scatta l’obbligo del Green Pass rafforzato dal 15 febbraio 2022 fino al 15 giugno 2022. In caso di violazione dell’obbligo è prevista una sanzione da 600 a 1.500 euro per chi accede ai luoghi di lavoro senza esserne in possesso. Chi non sarà in regola sarà un assente ingiustificato, ma non sarà soggetto a provvedimenti disciplinari ma potrà conservare il lavoro senza diritto di retribuzione.

Sanzioni per gli utenti di uffici e servizi e trasporti

Dopo la pubblicazione del Decreto in Gazzetta Ufficiale chi è sprovvisto di Green pass rafforzato potrà accedere solo ad alimentari e farmacie. Per chi accede senza certificato verde alle attività e ai servizi in cui ne è previsto l’utilizzo dovrà pagare una una multa da 400 a 1000 euro. L’obbligo molto probabilmente entrerà in vigore già da domani 8 gennaio.

Le sanzioni per i datori di lavoro che non controllano

Per i datori di lavoro (pubblici e privati) che violano l’obbligo di controllo la sanzione è da 400 a 1.000 euro.

Sanzioni in ristoranti e bar

Per accedere a ristoranti e bar sarà necessario il Super Green pass rafforzato chi non lo esibisce rischia la multa da 400 a 1000 euro. I gestori dei locali pubblici che non chiedono la certificazione verde dopo tre sanzioni in tre giorni diversi rischiano la chiusura del locale per dieci giorni.




Per il rispetto delle nuove disposizioni è stato previsto di intensificare i controlli da parte delle forze dell’ordine.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti