Ansa/Elisabetta Baracchi
Politica

La mossa di Salvini sul caso Gregoretti

Il leader della Lega, offrendosi ai giudici ed al processo, ha smascherato la tattica e la paura di Pd e M5S. E domenica in Emilia aspettiamoci sorprese

Sul caso Gregoretti Matteo Salvini ha smascherato il comportamento della maggioranza; andate a rileggere giornali e dichiarazioni. Fino a pochi giorni fa la maggioranza, cioè Pd e M5S, diceva che Salvini meritava e fuggiva dal processo; fino a pochi giorni fa sempre la maggioranza diceva che avrebbe votato a favore dell'autorizzazione a procedere.

Però si sono accorti con il passare dei giorni di trovarsi davanti ad un problema, cioè che questo voto in Giunta per le Autorizzazioni del Senato sarebbe arrivato pochi giorni prima dalle Elezioni Regionali in Calabria e soprattutto in Emilia e che quindi avrebbe potuto trasformarsi in un boomerang che potrebbe addirittura far perdere al Partito Democratico la regione "rossa" per eccellenza. E quindi si sono inventati delle scuse per cercare di spostare il voto alla settimana successiva al voto.

Allora per smontare questa operazione e mettere la maggioranza davanti alle proprie responsabilità, cioè: «se avete coraggio portatemi davanti ad un giudice a rispondere di quella decisione» che fu presa da un Governo, il Conte 1, che non si oppose a quella famosa decisione sulla nave della Guardia Costiera.In tutto questo c'è la dimostrazione della capacità di "trasformismo" di Giuseppe Conte che, quando erano alleati di Governo difendeva il suo allora Mnistro dell'Interno e la sua politica dei porti chiusi per i migranti. Oggi segue la linea esattamente opposta: apre porti ed attacca Salvini, e le decisioni del passato (nemmeno troppo lontano). Improvvisamente la scelta politica che era legittima sulla Diciotti diventa illegittima per la Gregoretti. Come andrà in Emilia? Io penso che possa prevalere la voglia di cambiare, perché anche in quella regione c'è tanta gente che non è contenta di come vanno le cose e quindi potrebbe votare in maniera molto diversa da quanto si pensi. Anche perché nelle nostra analisi politiche spesso ci si affida ai sondaggi (che danno un leggero vantaggio di Bonaccini contro la Borgonzoni), ma sappiamo benissimo e lo abbiamo già visto in altre recenti elezioni che la gente a volte non dice apertamente per chi e cosa voterà, quindi arrivano risultati a sorpresa.

Ti potrebbe piacere anche