conte mattarella
(Ansa)
conte mattarella
Politica

Il rumore del mercimonio al Senato ed il silenzio del Quirinale

Davvero Mattarella accetta un governo senza la maggioranza al Senato? Fosse stato il centrodestra...

Il borsino dei voltagabbana, il mercatino delle pulci in diretta televisiva cui stiamo assistendo, non è soltanto inguardabile sul piano morale. Più concretamente, ci chiediamo come sia possibile varare le riforme urgenti di cui necessita il Paese con una maggioranza di pastafrolla. Che a quanto pare non è neanche maggioranza assoluta, ma relativa: il che vuol dire che se un senatore a vita si prenderà il raffreddore, il governo si disintegra.

Tanto più che, per settimane, tutte le parti in commedia si sono affrettate a ripetere la stessa solfa: serve una maggioranza solita, no agli accordicchi, no ai traditori. Persino il Quirinale, per settimane, attraverso i suoi messaggeri sulla carta stampata, faceva sapere che era necessaria "una visione di lungo periodo", che non avrebbe accettato maggioranze "raccogliticce": e oggi improvvisamente si appresta a benedirle, comunque vada. Davvero questo circo Barnum corrisponde all'idea di "costruttori del futuro" cui accennava Mattarella nel discorso di Capodanno?

E per favore non si tiri in ballo la Costituzione. Lo sappiamo benissimo che un governo può nascere anche senza numeri, anche poggiando i piedi sulla sabbia, anche per l'astensione di qualche furbo. Ma se la legge è uguale per tutti, allora anche la Costituzione, cioè la legge fondamentale, dovrebbe essere uguale per tutti. Ma evidentemente non è così. Tanto è vero che nel 2018, quando il centrodestra voleva tentare di cercare voti in aula, gli venne impedito. Allora serviva un "solido accordo politico" per battezzare un esecutivo; oggi invece basta qualche Mastella, ingolosito da un ministero o una poltrona da sottosegretario. Cosa è cambiato? Perché due pesi e due misure?

Qualcuno un giorno dovrà spiegarci come mai, quando il centrodestra tenta di governare, si esige una maggioranza bulgara, abnorme, schiacciante, mentre Conte&soci possono permettersi di impapocchiare una maggioranza zoppa con il primo cane sciolto che passa. Illuminateci. Perché altrimenti torniamo al solito sospetto: non sarà che per il centrodestra la Costituzione si applica, mentre per il centrosinistra…si interpreta?

Ti potrebbe piacere anche

I più letti