Marine Le Pen, la vincitrice
FRANCOIS NASCIMBENI/AFP/Getty Images
Marine Le Pen, la vincitrice
News

Marine Le Pen, la vincitrice

Ecco chi è la donna alla testa del partito francese di destra ed antieuropeista che ieri ha trionfato nelle elezioni amministrative francesi

E' una vera e propria onda quella del Fronte Nazionale guidato da Marine Le Pen che ha travolto ogni previsione e sondaggio nelle elezioni amministrative francesi. Secondo i primi risultati il partito anti europeista di estrema destra è in testa non solo più in piccoli borghi o cittadine senza peso politico ma in veri e propri capoluoghi come Avignone e Perpignan e sembra agevole il superamento della quota di 15 città conquistate.

"I francesi si sono ripresi la loro libertà - è stato il primo entusiasta commento della Le Pen - Credevano che gli elettori fossero idioti?"

Ma chi è Marine Le Pen?

Teoricamente il suo mestiere è quello di avvocato. In realtà Marine Le Pen, classe 1968, ha preso in mano le redini dell'estrema destra francese, rifondata molto tempo fa da suo padre Jean-Marie, che malgrado i suoi ottant'anni passati, le sta accanto per rassicurare la "vecchia guardia" dei militanti del Front National.

Bionda, occhi chiari e voce rauca, Marine sta lottando duramente per avere i voti necessari, stabiliti dal sistema del parrainage, per presentare la sua candidatura alle elezioni presidenziali e il suo obiettivo alle elezioni del 2012 era quello di ritrovarsi, come suo padre nel 2002, al ballottaggio nel secondo turno

I suoi tentativi di rinverdire l'immagine del partito offrendone un'immagine più aperta e moderata non riescono tuttavia a nascondere la vera realtà delle idee xenofobe che continua a difendere il suo partito e le derive di alcuni dei suoi militanti.

Il suo slogan la voix du peuple, l'esprit de la France mette l'accento sul popolo, di cui ricerca il favore, facendo campagna elettorale nelle fabbriche in crisi e presso le classi popolari francesi, e la "France", che vorrebbe far uscire dall'euro e difendere grazie a una serie di misure economiche di natura protezionista. A suo avviso l’immigrazione è il più grande problema della Francia e i suoi attacchi si concentrano in modo particolare contro "l’islamizzazione rampante" del Paese.

Entrata nella "famiglia politica" dell’estrema destra quando aveva solo 15 anni, seguendo suo padre nelle campagne municipali, si appoggia oggi a un’equipe di collaboratori agguerriti, tra cui il suo compagno Luis Aloit che è il numero 2 del Front National che le assicurano una larga copertura mediatica e la fanno volare nei sondaggi d’opinione.

---

Giorgia Castagnoli, giornalista, vive a Parigi dove collabora con il Corriere della Sera, Le Monde des Religions e l'Institut de Relations Internationales et stratégiques

Ti potrebbe piacere anche

I più letti