Mariarosaria Rossi "legittima" in Forza Italia
ANSA/ANGELO CARCONI
Mariarosaria Rossi "legittima" in Forza Italia
News

Mariarosaria Rossi "legittima" in Forza Italia

Dichiarato inammissibile il ricorso del senatore D'Anna che contestava nomina e ruolo della senatrice e l'inibizione delle liste regionali da lei depositate

"I legali di Forza Italia, Andrea Di Porto, Simone Conti e Aldo Baldaccini, comunicano che il Tribunale di Roma ha dichiarato inammissibile il ricorso ex art. 700 c.p.c. proposto dal senatore Vincenzo D'Anna, con il quale veniva contestata la legittimità della nomina e del ruolo ricoperto nel partito dalla senatrice Mariarosaria Rossi e, conseguentemente, veniva chiesta l'inibizione al deposito delle liste dei candidati e dei contrassegni elettorali per le elezioni regionali da parte della stessa senatrice Rossi". È quanto si legge in una nota del partito accolta con viva soddisfazione dai suoi rappresentanti.

"L'inammissibilità del ricorso contro la legittimità della nomina e del ruolo della senatrice Mariarosaria Rossi è una splendida notizia. Tanto auspicata da noi tutti quanto ovviamente attesa" ha commentato il coordinatore regionale campano di Forza Italia, senatore Domenico De Siano. "Sono dunque più che orgoglioso ed entusiasta di poter proseguire al suo fianco, insieme con il Presidente Berlusconi, questa nuova ed appassionante esperienza che ci consegnerà non poche soddisfazioni".

"Questa è la risposta al miserabile tentativo di alcuni spregiudicati di strappare il partito al suo padre fondatore Silvio Berlusconi" è stato il commento del segretario di FI Puglia, Luigi Vitali. "Forza Italia è, è sempre stata, e sarà Silvio Berlusconi. A certificarlo - aggiunge Vitali - c'erano le pagine di storia e decine di milioni di voti di altrettanti italiani. Ora si aggiunge la giustizia civile che qualcuno, vigliaccamente, ha cercato di utilizzare come leva per impossessarsi del partito non avendone le capacità politiche. Da parte mia - prosegue - non posso che esprimere grande soddisfazione per questa decisione, dal momento che si è cercato di delegittimare anche la mia nomina, e tutto il mio recente percorso in Puglia, delegittimando chi mi ha voluto segretario regionale del partito. Un tentativo naufragato miseramente - conclude Vitali - per il quale un bel pò di gente dovrebbe provare almeno un briciolo di vergogna".

"Accogliamo con viva soddisfazione la sentenza del Tribunale di Roma" ha poi riferito la senatrice di Forza Italia, Maria Rizzotti. "Che i giudici - aggiunge - abbiano fatto piena ed immediata chiarezza sulle improbabili pretese accampate è un'ottima notizia, ora ci auguriamo che la politica faccia il suo naturale corso nel rispetto degli impegni assunti con gli elettori. Serve uno sforzo di tutta la classe dirigente del partito per affrontare la campagna elettorale per le regionali e su questo auspico il massimo impegno di tutti".

"Il ridicolo tentativo di sostenere che Forza Italia non è rappresentata da Berlusconi e da chi, nel caso la senatrice Rossi, è stato da lui incaricato di provvedere ad adempimenti statutari secondo corrette procedure, è andato a vuoto come era logico. Sarebbe ora che si capisse che contenziosi pretestuosi fanno solo il gioco degli avversari. E che il centrodestra ha bisogno di presenze e proposte costruttive. Per il resto c'è il cabaret" ha chiosato il senatore Maurizio Gasparri.

"È fallito il goffo tentativo di sabotare la presentazione delle liste di Forza Italia alle prossime elezioni regionali e amministrative e di mettere in discussione la decisione dell' Ufficio di presidenza di Forza Italia che aveva regolarmente nominato la senatrice Mariarosaria Rossi commissario straordinario dell'organo 'amministratore nazionale' di Fi su proposta del presidente del partito Silvio Berlusconi". Lo ha dichiarato il senatore di Forza Italia Cosimo Sibilia membro del Consiglio di presidenza di Palazzo Madama. "La rapida decisione del Tribunale di Roma - aggiunge - restituisce a tutto il partito serenita' e soddisfazione. Ora avanti tutta, dimostriamo in questa campagna elettorale che la classe dirigente di Forza Italia non vive tra le carte bollate ma tra la gente".

Anna Maria Bernini, vice presidente vicario di Forza Italia a palazzo Madama, ha twittato:

"Esprimo piena soddisfazione per questo risultato che permette di porre la parola fine ad una vicenda quanto mai sgradevole" ha detto il senatore di Forza Italia, Paolo Galimberti. "Auguro pertanto alla senatrice un buon lavoro e auspico che in futuro si evitino ulteriori lotte strumentali che danneggiano l'immagine di Forza Italia, penalizzandola nelle tornate elettorali"

Ti potrebbe piacere anche

I più letti