Livorno: né con Renzi né con Grillo, ma con i Cinque Stelle
Filippo Nogarini, neo sindaco di Livorno (Ansa/ Franco Silvi)
Livorno: né con Renzi né con Grillo, ma con i Cinque Stelle
News

Livorno: né con Renzi né con Grillo, ma con i Cinque Stelle

Mario Cardinali, il direttore del Vernacoliere, commenta lo storico risultato delle elezioni a Livorno

La sua è una delle voci più ascoltate a Livorno. Mario Cardinali è il direttore del Vernacoliere, il giornale satirico più conosciuto in Italia. Nell'intervista al Corriere della Sera ha già spiegato che la sua città ha detto vaffan..al Pd. A Panorama.it rincara la dose contro il partito di Renzi. Ma non solo. Ha votato per il Movimento Cinque Stelle, ma non è un seguace di Beppe Grillo. Anzi. Il comico genovese non gli sembra stare così simpatico. Lui ama i grillini, il loro impegno civico. Non il loro capo. Ama quella che definisce la nuova politica. La nuova politica vecchia come una volta, sembra di capire dalle risposte di Cardinali.

Posso rubarle cinque minuti sulle elezioni...?

“Rubi, rubi pure, tanto qui rubano tutti...”

Lei ha votato per i Cinque Stelle ?

“Si, per la prima volta. Per i giovani, per il loro entusiasmo. Sono gli unici a poter fare qualche cosa contro il solito tran tran, l'immobilismo.”

Ma è la prima volta che vota per loro?

“Certo, non l'avevo mai fatto prima e non pensavo neppure di farlo, ma poi, di fronte al ballottaggio ho deciso. Basta con il grande equivoco, il Pd un partito di sinistra. Ma quando mai. Da tempo l'evoluzione di quel partito è neo democristiana, neo liberista, più attenta ai mercati finanziari che ad altro. Per questo c'è il grande successo del Pd sul piano generale. Perché è un partito che risponde a questi interessi.”

Ma lei aveva votato per Renzi alle elezioni europee?

“Ma no. Io non ho votato. Perché non riconosco questa Europa di banchieri. E'un'Europa posticcia. Guardi quello che è successo a Livorno. La nostra cantieristica è stata sacrificata a quella francese; la nostra siderurgia è stata svenduta per dare spazio a quella tedesca.”

E'per quello che il Pd ha perduto a Livorno?

“Ma si...Nulla di specifico, ma anche a Livorno hanno vissuto dell'andazzo generale. Livorno la Rossa...Ma il Pd è un partito di centro, come tanti altri. Fa ridere parlare di una sinistra che ha perso oggi in questa città.”

Ma cosa è successo?

“Una disoccupazione spaventosa. Le giunte hanno dato il permesso per costruire nuove case, nuovi ipermercati, ma non si sono preoccupatedi costuire nuovi posti di lavoro. Alla fine, la gente si è stancata. Anche perché ha visto che l'andazzo era quello: un sistema che non funzionava.”

Ma a lei piace Beppe Grillo ?

“Non mi convince...come tutti i capi e i capetti. Io credo a quelli giovani che vengono dopo di lui. Grillo ha creato il movimento, ma in realtà rischia di essere vittima delle sue stesse visioni, delle sue stesse ambizioni. A me convince lo spirito dei ragazzi. Il ritrovare lo spirito di servizio della politica. A me piace quella cosa lì”.

Nè con Renzi o con Grillo, ma con i Cinque Stelle

Ti potrebbe piacere anche

I più letti