Accordo Renzi-Berlusconi, il Pd si spacca sul Web
Massimo Percossi/Ansa
Accordo Renzi-Berlusconi, il Pd si spacca sul Web
News

Accordo Renzi-Berlusconi, il Pd si spacca sul Web

Dopo il faccia a faccia di sabato tra i leader Pd e FI, è rissa tra i militanti dem

Quando sabato scorso, alle 16 in punto, Silvio Berlusconi ha varcato l'ingresso secondario della sede nazionale del Pd in via Sant'Andrea delle Fratte, per molti militanti, soprattutto quelli più tenacemente anti-berlusconiani, è stato come se qualcuno avesse aperto la porta al ladro che ti viene a rubare in casa. Non tutti, però, l'hanno vissuta così. Per alcuni, infatti, c'è stato poco da scandalizzarsi visto che è da mesi che il Pd governa con il centrodestra (compresa l'esperienza del governo Monti) e fa accordi con il leader di Forza Italia. Per altri, ancora,la mossa di Matteo Renzi è del tutto condivisibile anche perché, a differenza del passato, quando era in una posizione di maggior forza, questa volta il Cavaliere non sarebbe nelle condizioni di tirarsi indietro all'ultimo minuto come ha fatto in passato prima con Massimo D'Alema e poi con Walter Veltroni. Una pluralità di visioni che, in queste ore, continua ha trovato sfogo sul web e che ancora una volta testimonia di una spaccatura nella base del partito che nemmeno l'elezione, quasi plebiscitaria, del nuovo segretario sembra poter ricomporre.

 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti