News

Tutte le donne del presidente

Dalle sorelle a Jackie, passando per attrici famose, stagiste e spogliarelliste. Il mondo di JFK è costellato di figure femminili, e ognuna ha una sua storia

Gli scatti delle donne più "amate" dal presidente John Fitzgerald Kennedy, anche se sono tante quelle che mancano all'appello. Fortemente legato alle sue cinque sorelle, e in particolar modo alla prima del clan, Rosemary (mentalmente disabile), JFK vive da sempre in un mondo pieno zeppo di figure femminili. Mondano e appassionato dei salotti esclusivi, il presidente sin da giovane frequenta strip-club e bordelli, dove intesse relazioni con spogliarelliste e prostitute. Arrivato alla Casa Bianca non mette la testa a posto e i tradimenti ai danni di sua moglie Jackie continuano. Non restano immuni al suo fascino nemmeno le donne del suo staff, da una giovane stagista alle sue due segretarie, Priscilla Wear e Jill Cowen, conosciute con il nome in codice della CIA come "Fiddle and Faddle". Anche la portavoce della First Lady, Pamela Turnure, sembra sia stata una delle tante amanti di Kennedy. Come dimenticare, infine, le grandi attrici al suo fianco, da Marilyn Monroe a un fugace amplesso con Marlene Dietrich, di venti anni più grande di lui. 

Hulton Archive/Getty Images

Gene Tierney. Bellezza hollywoodiana e giunonica, Gene si separa temporaneamente dal marito, il designer Oleg Cassini, quando incontra JFK sul set di un film nel 1948. Per un breve periodo i due fanno coppia fissa, lei si innamora perdutamente, ma Kennedy la lascia durante una vacanza a Cape Cod, dicendole di essere troppo ambizioso per poter sposare un'attrice (e per giunta non cattolica). Subito dopo Gene torna sui suoi passi e si rimette con Cassini, ma non dimentica. Anni più tardi racconta a un giornalista di aver votato per Nixon alle elezioni del 1962. 

I più letti