I Radicali del Lazio restituiscono 360 mila euro. Dicono agli altri: fate come noi. Silenzio
Emma Bonino in una foto d'archivio con Miriam Mafai (ANSA)
I Radicali del Lazio restituiscono 360 mila euro. Dicono agli altri: fate come noi. Silenzio
News

I Radicali del Lazio restituiscono 360 mila euro. Dicono agli altri: fate come noi. Silenzio

I seguaci di Bonino lanciano un appello affinché restituiscano le somme rimaste nei loro conti. Nessuna risposta

Qualcuno ricorda lo scandalo dei rimborsi alla Regione Lazio? Qualcuno rammenta il caso? Non è stata una vicenda da poco: si parlava di 30-40 milioni di euro, in gran parte sprecati in feste e per scopi personali da molti consiglieri. Ci sono stati anche arresti, sono iniziati processi.

Nel 2012 a sollevare lo scandalo erano stati i due consiglieri radicali, Rocco Berardo e Giuseppe Rossodivita. Bene. Ieri, 7 gennaio 2013, Berardo e  Rossodivita hanno lodevolmente restituito la loro quota di «rimborsi» ancora inutilizzati. Non poca cifra: 360 mila euro, sui 422 mila che nel 2012 avrebbero dovuto servire per il funzionamento del gruppo consiliare. I due hanno convocato una conferenza stampa e hanno lanciato “un appello agli altri gruppi, affinché anche loro restituiscano le somme rimaste nei loro conti e documentino, come noi, come sono stati spesi i soldi in questi ultimi mesi”.

La risposta è stata un rumorosissimo silenzio. Anche sui quotidiani di oggi. Vergogna.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti