Expo 2015: tutte le tappe principali dalla candidatura a oggi
Olycom
Expo 2015: tutte le tappe principali dalla candidatura a oggi
News

Expo 2015: tutte le tappe principali dalla candidatura a oggi

Cronistoria di Expo dal 2006 all'inaugurazione in maggio. Polemiche, scandali, arresti, ritardi

Venerdì 27 ottobre 2006

Letizia Moratti e Romano Prodi. 27 ottobre 2006 CLAUDIO PERI/ANSA/DEF

Il consiglio dei ministri del governo Prodi promuove la candidatura ufficiale della città di Milano a ospitare l'edizione 2015 dell'Expo. Immediatamente parte anche la prima polemica. A scatenarla è la città di Torino e il suo sindaco, Sergio Chiamparino, che per prima si era proposta per l’organizzazione.

Martedì 19 dicembre 2006

Il sindaco Letizia Moratti

Viene presentata ufficialmente a Parigi, nella sede del Bureau Internationals des Expositions, la candidatura ufficiale di Milano. Unica avversaria la città turca di Smirne che aveva presentato la sua candidatura sei mesi prima. I turchi offrono ai 98 delegati, e alle rispettive delegazioni, albicocche e fichi secchi; i milanesi si presentano con 200 panettoni.

Lunedì 31 marzo 2008

Letizia Moratti con Roberto Formigoni, durante la parata organizzata per feseteggiare l'assegnazione dell'Expo 2015 alla città di Milano. MATTEO BAZZI / ANSA

Milano si aggiudica l’Expo sconfiggendo la concorrenza di Smirne con 86 voti contro 65. Il costo presunto per aggiudicarsi la vittoria è di 8mln di euro. Il 6 aprile sfilata con pullman scoperto in corso Buenos Aires con Moratti e Formigoni tra majorettes e coriandoli. “Milano e l’Italia sono l’Occidente che offre capacità, competenze, soluzioni”. Sono le parole della Moratti.

Giovedì 23 ottobre 2008

A sinistra il commissario Expo, Letizia Moratti, al centro il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, a destra il sottosegretario Roberto Castelli Ansa 15-DIC-2008

Il governo Berlusconi emana il decreto (preparato da Roberto Calderoli e approvato da Giulio Tremonti) che nomina un consiglio di amministrazione formato da 5 membri (Comune, Regione, Provincia e due del ministero dell’Economia). Letizia Moratti nominata Commissario e Roberto Formigoni Presidente del Tavolo delle Infrastrutture.

Giovedì 9 aprile 2009

Stati generali Expo: Lucio Stanca, Letizia Moratti e Roberto Formigoni. Ansa

A un anno dalla vittoria su Smirne, Paolo Glisenti, voluto fortemente dalla Moratti come amministratore delegato della Soge (la Società creata per l’organizzazione dell’evento) è costretto a dimettersi dopo accese polemiche. Viene nominato dal governo Lucio Stanca come amministratore delegato di Expo Spa. Lo stipendio previsto è di 700mila euro, poi si decide per 450 mila.

Giovedì 24 giugno 2010

sala-giuseppe Giuseppe Sala, nominato ad di Expo 2015 ANSA/MATTEO BAZZI

Lucio Stanca, dopo continue polemiche con i partiti di maggioranza si dimette dall’incarico di amministratore delegato della società Expo Spa. Dopo una settimana si decide di nominare nuovo direttore generale il city manager di Milano, Giuseppe Sala

Lunedì 17 aprile 2011

Il sindaco di Milano, Letizia Moratti, saluta i sostenitori alla convention elettorale del centrodestra 17 aprile 2011. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Finalmente vengono acquistati i terreni dove dovrà essere realizzato l’evento. Al Gruppo Cabassi, proprietari dei terreni, vanno 40 mln di euro. E’ l’ultimo atto della giunta Moratti che si dimetterà anche da commissario il 14 giugno. Il 16 maggio viene eletto sindaco Giuliano Pisapia

Venerdì 28 ottobre 2011

Giuseppe Sala, ex ad di Expo 2015 MATTEO BAZZI / ANSA

Le ruspe cominciano i lavori per la creazione del sito che ospiterà l’Esposizione. L'amministratore delegato della società, Giuseppe Sala, dichiara “Expo sarà pronto a fine del 2014. I primi sei mesi del 2015 saranno dedicati solamente ai test”

Lunedì 11 giugno 2012

L'ad di Expo 2015 Giuseppe Sala, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il segretario del Bie Vicente Loscertales e Il premier Mario Monti ANSA / UFF. STAMPA EXPO 2015

A mille giorni dall’inaugurazione, il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, in polemica con il governo Monti per la scarsa attenzione mostrata, si dimette dall’incarico di commissario straordinario di Expo. Il 16 giugno ritirerà le dimissioni dopo un incontro con il Presidente del Consiglio.

Lunedì 6 maggio 2013

Da sinistra: Giuseppe Sala ad di Expo 2015; il presidente del Consiglio Enrico Letta, il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni e il sindaco di Milano Giuseppe Pisapia 6 maggio 2013 a Milano. MATTEO BAZZI / ANSA

Il presidente del Consiglio Enrico Letta firma il decreto che nomina commissario unico per l’Expo, Giuseppe Sala. Decadono immediatamente gli incarichi di Giuliano Pisapia e Roberto Formigoni.

Giovedì 8 maggio 2014

Edmondo Bruti Liberati e Ilda Boccassini durante la conferenza stampa in Tribunale sugli arresti per infiltrazioni n'drangheta in appalti Expo2015. Milano, 8 maggio 2014. ANSA/STEFANO PORTA

Alle prime luci dell’alba, 200 uomini della Guardia di Finanza e della Dia arrestano il direttore generale di Expo 2015 Spa, Angelo Paris, Luigi Grillo, Gianstefano Frigerio, Sergio Cattozzo, Enrico Maltauro e Primo Greganti. I reati ipotizzati: associazione a delinquere, corruzione, turbativa d’asta, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio. Il 20 marzo era finito in carcere l’ex ad di Infrastrutture Lombarde, Antonio Rognoni.

Venerdì 1 maggio 2015

L'Albero della Vita simbolo di Expo. ANSA/ UFFICIO STAMPA

Con la maggior parte dei cantieri non ancora terminati, a cominciare dal Padiglione Italia, con il progetto iniziale completamente stravolto e, soprattutto, con le dita incrociate, finalmente si apre il sipario su Expo 2015.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti