Dal Mondo

Il Texas lancia la caccia a chi abortisce

La Rubrica - Appuntamento in Piazza

Texas – Stati Uniti

Una nuova legge del Texas entrata in vigore Mercoledì 1° settembre 2021 consentirà ai cittadini di denunciare contro ricompensa, le donne che abortiscono. "Sembra ridicolo, quasi antiamericano", ha detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden che ha aggiunto; "La cosa più perniciosa di questa legge in Texas è che crea una sorta di sistema di vigilantes autoproclamato, con le persone che raccolgono ricompense". Questa legge si differenzia da altre iniziative antiabortiste negli Stati Uniti perché si poggia esclusivamente sui cittadini. E non solo le donne possono essere denunciate ma anche il medico, e potenzialmente anche il tassista che ha portato la paziente alla clinica o dei parenti che l'hanno aiutata a finanziare la procedura. In caso di condanna, il cittadino denunciante, riceverà almeno 10.000 dollari (circa 8.500 euro) a titolo di"risarcimento" .

Marocco

Dalle elezioni in Marocco arrivano buone notizie; infatti per la prima volta sono letteralmente crollati gli islamisti. Dopo 10 anni di governo, il partito della Giustizia e dello Sviluppo (Pjd), ha ottenuto solo 12 seggi contro i 125 della precedente legislatura. Neppure il segretario (che si è dimesso) e già premier El Othmani, è riuscito a garantirsi uno scranno in Parlamento. Per contro hanno trionfato i liberali di centro-destra del Raggruppamento nazionale degli indipendenti (Rni) guidati da Aziz Akhannouch, tycoon di grande carisma mediatico molto vicino al Re, che con i suoi 97 deputati e gli 82 del Pam, partito dell'Autenticità e della Modernità, pure di centro destra, guiderà la nuova coalizione di governo. Da speranza il fatto che al voto si sono recati tre milioni in più di elettori e molti giovani che votavano per la prima volta. Un messagio di grande speranza e fiducia che proviene da quest'area.

Svizzera

Nella seduta dell'8 settembre 2021 il Consiglio federale "ha deciso di rafforzare il suo impegno umanitario in Afghanistan, stanziando a tal fine un contributo supplementare di 33 milioni di franchi". Secondo quanto indicato "nei prossimi 16 mesi la Svizzera aiuterà così la popolazione afghana con circa 60 milioni di franchi ( circa 55 milioni di euro). Iniziativa certamente lodevole ma non priva di aspetti sui quali riflettere. Uno su tutte è su chi gestirà tutto questo denaro. Chi lo farà? Naturalmente i Talebani che hanno appena annunciato che nel nuovo loro governo ci saranno quattro dei cinque membri talebani rilasciati da Guantanamo Bay dall'amministrazione Obama nel 2014 in cambio del disertore dell'esercito americano Bowe Bergdahl. Ora la palla passa al Parlamento svizzero dove di sicuro ci sarà battaglia perchè anche per la ricca Svizzera 55 milioni di euro non sono noccioline specie se questi poi finiscono nelle tasche dei Talebani.

Spagna

Decisamente interessante quanto avvenuto in Spagna; secondo alcuni media vescovo Xavier Novell Gomà della diocesi di Solsona (comune spagnolo della Catalogna) molto noto per le posizioni omofobe e antiabortiste oltretutto specializzato in esorcismi, ha improvvisamente gettato l'abito talare alle ortiche e ha deciso di rassegnare le dimissioni dopo essersi innamorato di una scrittrice. Fin qui ci puoòstare perché non è ne il primo e non sarà nemmeno l'ultimo sacerdote che si innamora. Quello che colpisce è che la donna secondo alcune indiscrezioni è Silvia Caballol una psicologa appassionata di letteratura, nonché autrice di "Amnesia Trilogy" e "Hell In Gabriel's Lust", due libri ad alto contenuto erotico densi di molti riferimenti al satanismo. La diocesi nel confermare le dimissioni dell'alto prelato ha detto che alla base "ci sarebbero motivazioni personali". Chi vivrà vedrà….

Ti potrebbe piacere anche

I più letti