Dal Mondo

Lo Sri Lanka è fallito

Nel silenzio generale il paese asiatico ha dichiarato bancarotta

Lo Sri Lanka è fallito

Lo Sri Lanka ha dichiarato la bancarotta, dopo che ieri, 18 maggio, è scaduto il termine del pagamento degli interessi sul debito pubblico. Il Governo ha già iniziato i negoziati col Fondo monetario internazionale per eventuali piani di salvataggio. L’economia dell’isola nell'Oceano Indiano è stata duramente colpita dalla trappola del debito cinese, dalla pandemia, dall’aumento dei prezzi dell’energia e da grandi tagli fiscali di natura populista.

A peggiorare la situazione economica c'è anche la crisi politica, con l’ex primo ministro e fratello del presidente che si è dimesso il 9 maggio scorso e proteste che hanno già causato nove morti. Nel Paese mancano completamente anche carburante, medicinali e altri beni essenziali. Il primo ministro ha annunciato che si dovrà stampare nuova moneta per poter pagare gli stipendi, una misura che farà esplodere l’inflazione, già al 40%.

Il vaiolo delle scimmie

Otto in Spagna, cinque in Portogallo e sette nel Regno Unito un contagio in Svezia e uno mentre arrivano le prime segnalazioni dagli Stati Uniti . Sono i casi recentemente confermati di monkeypox, un virus presente principalmente nell'Africa Occidentale e Centrale. I Paesi in cui sono state rilevate le infezioni hanno alzato il grado di allarme, anche se è improbabile che il vaiolo delle scimmie si diffonda in maniera incontrollata. Ma vita la frtuna che abbiamo con i virus è meglio stare all’erta….

Indonesia

Come riportato da Asia News la polizia indonesiana ha arrestato 24 sospetti terroristi. A condurre l’operazione è stata la squadra antiterrorismo Densus 88. Il fermo è aevvenuto il 14 maggio. Almeno “22 indagati sono stati arrestati nel Sulawesi centrale”, ha fatto sapere il portavoce della polizia, il generale di brigata Ahmad Ramadhan. "Un sospetto terrorista è stato arrestato a Bekasi e un altro nel Kalimantan orientale". Le Forze dell’ordine hanno sequestrato anche un revolver, 10 fucili ad aria compressa e 26 machete. La maggior parte dei presunti terroristi proviene da Poso, città del Sulawesi centrale da anni al centro di violenze settarie tra musulmani e cristiani e decapitati.

Terrorismo Italia-Svizzera

Il pool antiterrorismo della Procura di Milano, guidato da Alberto Nobili, ha chiesto il processo con rito immediato per Bleona Tafallari, 19enne nata in Kosovo, ma domiciliata a Milano, conosciuta come la «leonessa dell'Isis» che era stata arrestata lo scorso 17 novembre nel capoluogo lombardo per terrorismo internazionale a seguito di un'indagine coordinata dal pm Leonardo Lesti e condotta dalla Digos.

Anche in Svizzera e precisamente in Canton Ticino è stata rinviata a giudizio un cittadina svizzera convertita all’islam che il 24 novembre del 2020 ferì due donne con un coltello alla Manor di Lugano. Secondo il Ministero pubblico della Confederazione, che ha promosso l'accusa per tali reati, l'imputata ha agito con l'intento di uccidere le sue vittime e di perpetrare un atto terroristico a nome dell'IS.

I più letti