Hormoz Vasfi divorzio doni
(Getty Images)
Hormoz Vasfi divorzio doni
Cronaca

Se il miliardario vuole indietro i soldi dei regali alla ex...

La vicenda che riguarda Hormoz Vasfi serve per capire cosa stabilisce la legge italiana in casi come questo

Stuzzica l'interesse mediatico la vicenda del miliardario iraniano Hormoz Vasfi, uno degli uomini più ricchi al mondo, in quanto titolare di un patrimonio strabordante, con società aventi sede in ogni angolo del pianeta.

Pare che lo stesso abbia dato mandato ai propri legali di chiedere alla sua ultima fiamma, una giovanissima soubrette italiana nota come 'bonas' della trasmissione "Avanti un altro", Sara Croce, la restituzione dell'importo corrispondente a tutti i regali fatti nel corso della relazione, includendovi peraltro anche il costo di elettrodomestici e cialde di caffè, per oltre un milione di euro.

Alla faccia di chi tanti soldi insieme non li ha visti né li vedrà in una vita intera, ma non è questo il punto.

La questione è se siffatte azioni abbiano o meno speranza di vincere e se la giustizia riconosca come meritevoli di tutela anche i 'sassolini nella scarpa' che, a fine relazione, l'ex più generoso intende togliersi, in termini di pretesa alla restituzione di ciò che ha elargito.

Lascio discutere gli esperti di gossip e di etica dei costumi sulla "garbatezza" di una tale richiesta, così come sull'opportunismo delle giovanissime donne che si accompagnano a uomini ricchi ma, spesso, molto più âgée.

Altrettanto non mi interessa disquisire sul potere del denaro che consente di "ottenere" anche la giovinezza, la bellezza, la compagnia di chi mai degnerebbe di uno sguardo lo stesso uomo, se questi fosse spiantato e disoccupato.

A me preme immedesimarmi nel Giudice del futuro procedimento "Vasfi-Croce" solo per poter guardare negli occhi il magnate e chiedergli, in via preliminare, perché gli piacciano tanto le donne italiane: Taylor Mega e poi Sara Croce, sempre che non ve ne siano state altre e non ho dubbi in proposito.

E' solo curiosità, ma romperebbe il ghiaccio.

Poi gli domanderei se le elargizioni sono state frutto di costrizione e minaccia, di ricatto o menomata difesa, perché solo in tal caso la sua domanda avrebbe qualche labile chance.

Gli ricorderei come una giurisprudenza granitica, quantomeno in Italia, condanna le sue pretese ad un miserrimo destino, avendo lui contro tutte le evidenze: il rapporto sentimentale che fa presumere come ogni prestazione sia stata disposta in esecuzione di un obbligo morale, la piena proporzionalità di tali regalie alla sua smisurata ricchezza.

Gli spiegherei che per poter ambire a vedersi restituito qualcosa da Sara Croce avrebbe dovuto (forse) regalarle un'isola, un aereo privato (anzi una flotta in stile Lufthansa), intestarle metà delle azioni Tesla, non certo le cialde del caffè o una lavatrice, così come nemmeno un anello, un girocollo di perle o una vacanza in luoghi esotici (in cui peraltro saranno andati assieme).

Mi spingerei persino - in un mondo senza Covid - a battergli una pacca sulla spalla per consolarlo di fronte alla sua controparte giubilante per la vittoria: caro Hormoz, gli direi, la prossima volta, se vuoi avere speranze, stipula un contratto di mutuo, con impegno della pulzella alla restituzione di quanto di volta in volta le darai.

Certo, è molto probabile che la bella te lo sbatta sul muso quel foglio di carta e ti saluterà seduta stante ma, almeno, eviterai di impattare su una soccombenza pressochè certa.

E tuttavia ho come l'impressione che, essendo l'ormone a guidare la mano sul portafogli, è chiaro che se il milionario planetario persevererà a scegliere dal mazzo giovani capolavori del Botticelli con tacchi e minigonna, questi consigli li dimenticherà in un nanosecondo, impalmando la prossima giovane fortunata con le stesse generose modalità.

Ma chissà, magari mi sbaglio e Hormoz Vasfi sarà il primo ad incassare una sentenza che gli consentirà di ottenere la restituzione dei soldi elargiti spontaneamente alla pulzella fortemente voluta e amata.

Chissà.

info: danielamissaglia.com

Ti potrebbe piacere anche

I più letti