Chi è H.R. McMaster, il generale scelto da Trump
EPA/Chief Mass Communication Specialist James E. Foehl / HO Released by CDR Barbara Mertz, Public Affairs Officer, U.S. Naval War Colleg
Chi è H.R. McMaster, il generale scelto da Trump
News

Chi è H.R. McMaster, il generale scelto da Trump

Il presidente ha presentato il suo nuovo consigliere per la sicurezza nazionale. Sostituirà Michael T. Flynn

"Un uomo dal grande talento e dall'incredibile esperienza. Molto rispettato nell'arma. Siamo onorati di averlo con noi". Così il presidente Donald Trump ha presentato il suo nuovo consigliere per la sicurezza nazionale, il tenente generale H.R. McMaster.

Sostituirà Micheal Flynn, costretto alle dimissioni per i suoi controversi contatti con funzionari russi.

Trump aveva inizialmente offerto al vice ammiraglio Robert Harward di sostituire Flynn ma lui ha rifiutato l'incarico.

- LEGGI ANCHE: Dopo Flynn, Puzder: Trump perde pezzi
- LEGGI ANCHE: Trump: la "Russian Connection" e l'ombra dell'impeachment
- LEGGI ANCHE: La pericolosa guerra di Trump con l'intelligence Usa
- LEGGI ANCHE: Il caso Flynn, ennesima storia Usa di intelligence e bugie

Ufficiale di carriera e veterano pluridecorato, il 54enne McMaster, nato a Filadelfia, è considerato un intellettuale, una delle menti più acute dell'arma.

Dirige l'Army Capabilities Integration Center, un think tank interno che analizza possibili future minacce. E' anche il vice comandante generale al centro di formazione dell'esercito Training and Doctrine Command.

Ha ottenuto un dottorato dalla University della Carolina del Nord, a Chapel Hill. Si è diplomato all'accademia militare di West Point.

Ha combattuto nella Guerra del Golfo (partecipando alla battaglia di 73 Easting), in Iraq e in Afghanistan.

Con la sua leadership ha contribuito a contenere l'insurrezione sunnita e di al-Qaeda nella città di Tal Afar, in Iraq, nel 2005. E' considerato poco conformista, se non ribelle, e da qui il soprannome di "generale iconoclasta".

Nel 1997 ha scritto un libro "critico" sulla guerra in Vietnam, Dereliction of Duty, "La Desolazione del dovere", di fatto criticando le scelte del presidente Lyndon Johnson.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti