La Cgil in piazza: la manifestazione riempie Roma
ANSA/CLAUDIO PERI
La Cgil in piazza: la manifestazione riempie Roma
News

La Cgil in piazza: la manifestazione riempie Roma

Migliaia di persone sfilano nella città. Chiedono diritti: lavoro, dignità, uguaglianza. E a Renzi dicono: "Sorveglia gli evasori non i lavoratori"

Sono tanti, tantissimi i manifestanti che si sono incontrati a Roma per la manifestazione della CGIL "Lavoro, dignità, uguaglianza per
 cambiare l'Italia" promossa con l'hashtag #tutogliioincludo.

È partita dalla Stazione Termini di Roma alle 9 invece che alle 9,30 con gli studenti in testa e migliaia di persone dietro che rivendicano diritti violati: il lavoro, prima di tutto, contro una riforma, il Jobs Act, del Governo Renzi che non approvano, che rischia di aumentare il precariato anziché ridurlo e che cancella diritti acquisiti nel tempo come l'articolo 18.

Con la Cgil San Giovanni torna alla sinistra


Il corteo


In testa al corteo, tra gli studenti
, ha preso posto la leader della Cgil Susanna Camusso. 
Dietro, la Cgil Flai e i lavoratori dei trasporti. Il resto sono bandiere rosse del sindacato, e fiumi
 di partecipanti che a flotti uscivano dalle fermate della 
metropolitana. Oltre alle bandiere Cgil anche 
bandiere di Sel e di Rifondazione comunista. 

"A cento metri da qui - afferma un organizzatore
 al microfono - sono stati licenziati i lavoratori del Teatro
 dell'Opera. No al grande fratello, non vogliamo essere
 sorvegliati. Caro Renzi, sorveglia gli evasori, non i 
lavoratori".

Riforma del lavoro e Jobs Act: i diritti persi e i diritti acquisiti


Gli immigrati e i pensionati




Sono tantissimi gli immigrati che
 partecipano. Tra loro un gruppo di lavoratori indiani che 
indossano il turbante e che lavorano nelle fabbriche emiliane. 
"Parliamo male l'italiano - spiega uno di loro - ma partecipiamo 
alle assemblee e le riforme che vuole fare questo governo non ci
 piacciono". A sfilare ci sono anche molti pensionati che hanno 
una pettorina con su scritto "Padri e nonni' per gli uomini e
 "Madri e nonne" per le donne.

La festa delle famiglie

E sono anche numerose le famiglie che hanno deciso di sfilare 
in corteo con i propri figli, che si stanno divertendo a portare 
i palloncini rossi della Cgil. Ci sono anche i "Gufi felici" in
 piazza contro le riforme del governo Renzi, con tanto di
 striscione tra le bandiere della Cgil che ironizza su come il
 premier definisce gli scettici alle sue azioni politiche.
 Qualcuno è piu' tagliente: "Renzi come Berlusconi è con i
 padroni".

I lavoratori del Teatro dell'Opera

Si esibiranno oggi sul palco della 
manifestazione della Cgil l'orchestra e il coro dell'Opera di
 Roma, licenziati in blocco a partire da gennaio prossimo. Una parte dei 182
 artisti licenziati dal Cda della Fondazione il 2 ottobre scorso
 eseguiranno un brano e parleranno dal palco in piazza San
 Giovanni.

Le foto del corteo

ANSA/ANGELO CARCONI
I cartelli durante la manifestazione della Cgil a Roma il 25 ottobre 2014
Ti potrebbe piacere anche

I più letti