amazon prime video diritti champions league 2021 uefa tv
Ansa
amazon prime video diritti champions league 2021 uefa tv
Calcio

Lo sbarco di Amazon nel calcio in Italia

La piattaforma prende i diritti per le migliori 16 gare di Champions League del mercoledì dal 2021. Cosa cambia per il tifoso e per i club a caccia di denaro

Tanto tuonò che piovve. Alla fine Amazon è discesa in campo nel mercato dei diritti tv calcistici in Italia. Non ancora in Serie A, ma acquisendo la titolarità dei diritti delle 16 migliori partite del mercoledì della Champions League dalla stagione 2021-2022 e per il triennio successivo. Con la precisazione che ad andare in diretta sul canale streaming Amazon sarà sempre un'italiana nei gironi ed eventualmente fino alla semifinale. Insomma un bocconcino non male per lanciarsi in un settore fin qui solo studiato senza impegnarsi direttamente. Oltre alla Champions League Amazon ha preso anche i diritti della Supercoppa Uefa che facevano parte del pacchetto messo in vendita dalla Uefa.

Si completa così il mosaico in attesa dell'ufficializzazione da parte della Uefa di tutto il quadro, ma il messaggio è chiaro soprattutto per chi in Italia sogna da anni di allargare la platea dei potenziali investitori sul pallone, per evitare di rimanere schiacciati nel monopolio di Sky con apparizioni sporadiche di altri broadcaster. Una situazione che aveva spinto i vertici della Lega Serie A ad andare direttamente negli Stati Uniti per parlare con Amazon e non solo la scorsa primavera, prima della pandemia. E che è lo sfondo su cui si sono mossi i club nell'aprire all'ingresso di CVC e dei fondi per immaginare nuove forme di valorizzazione del prodotto calcio in Italia.

Ora Amazon ha rotto gli indugi e si è presentato puntando dritta al prodotto più importante, ovvero la Champions League che garantisce ascolti e abbonamenti. Per il tifoso cambierà qualcosa: dal 2021 la maggior parte delle gare andranno su Sky (104 partite) mentre Mediaset si è presa quella del martedì sera da trasmettere in chiaro e Amazon la migliore del mercoledì. Fuori dai giochi Dazn, che aveva provato a superare Sky. Recentemente l'emittente satellitare ha stretto un accordo con Amazon per integrare i contenuti sul nuovo decoder SkyQ. Apparentemente solo una questione tecnica, nella realtà uno dei tasselli del puzzle della televisione del futuro.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti