rkomi
Musica

"Io in terra" tour: è iniziato il lungo viaggio di Rkomi

La storia artistica di Mirko Martorana parte da Calvairate. Due anni fa stava per smettere con il rap, ora canta il suo disco d'oro

Si chiama Mirko, è nato nel 1994 e il suo nome d'arte nasce dall'inversione sillabica: Rkomi. La scena rap milanese ha iniziato a conoscerlo nel 2014, anno dell'uscita di Calvairate Mixtape, omaggio al municipio 4 di Milano, quartiere dove è cresciuto e dove trova fonte d'ispirazione per i suoi testi.

Lo stile di Rkomi è molto personale e poco da personaggio, la voglia di emergere nel rap ha dovuto convinvere con la necessità di un lavoro, per questo motivo il suo percorso artistico aveva subito uno stop fino al 2016. Una pausa dal sogno che è servita per una presa di coscienza: sugli obiettivi, sulla voglia di emergere e sulle idee giuste per riuscirci.

Il suo primo album Io in terra è già disco d'oro a poco più di un mese dalla pubblicazione, idem per il singolo Apnea, una delle sue hit più famose arrivata a quasi 3 milioni di ascolti su Youtube.

Intervista

Il tuo primo album si chiama Io in terra, come è nato?

"Il titolo non nasce da un senso di onnipotenza, è un modo per comunicare la conclusione alla quale sono arrivato scrivendolo: un "ci sono anche io", una presa di coscienza sulla voglia di farcela. È un disco molto personale ma il senso è proprio quello di aver trovato consapevolezza, di essere pronto per mettermi in gioco. Ho cercato di aprirmi anche musicalmente, sperimentando diverse sonorità e suggestioni"

Cosa è successo tra il 2014 e il 2016, quando sembrava avessi smesso?

"In quel periodo non avevo ottenuto il riscontro che ho adesso e ho dovuto fare scelte pratiche di vita. Avevo bisogno di lavorare e non potevo permettermi di applicarmi al massimo con la musica, non avevo tempo. Dovevo decidere, una cosa o l'altra. Inizialmente ho scelto il lavoro, anche al momento dell'uscita dei primi singoli del disco lavoravo ancora. Ora ho la possibilità di giocarmi tutto con la musica dedicandoci testa e cuore al 100%"

È vero che hai pronte delle parafrasi per i testi delle tue canzoni?

"Spiego meglio questa cosa: voglio dare modo agli ascoltatori di capire al meglio i miei testi, di discuterne. Mi piacerebbe sviscerare con loro i possibili significati, quelli che volevo comunicare io e quelli che hanno colto loro. Sto pensando ancora come fare: potrei postare anche una foto con le strofe in questione chiedendo ad ognuno la sua interpretazione. Un confronto con i fan".

Sei molto legato al tuo pubblico, lo hai detto più volte...

"Si, ci tengo. Amo molto passare del tempo con loro e anche gli instore sono stati un'esperienza davvero bella. Mi rimane sempre qualcosa dalla gente, sono io che non vedo l'ora di incontrare i fan. So che per molti colleghi non è così ma io mi diverto: da sotto casa ai parchetti passando per le stazioni, se qualcuno mi riconosce e si ferma per fare quattro chiacchiere io non posso che ringraziarlo"

Non parliamo più solo di rap, hai anche aperto il concerto di Calcutta...

"Credo sia un momento bello e importante per la musica italiana. Stiamo vivendo un upgrade di tutti i generi e c'è molta competizione, molto entusiasmo. Tante realtà diverse tra loro si stanno incontrando per sperimentare e collaborare, l'esempio mio e di Calcutta rende bene l'idea"

Hai tantissime date, che spettacolo porterai dal vivo?

"Ho iniziato a fare i live con l'uscita dei primi singoli e tutto mi sembrava molto strano. Non ero abituato, l'attitudine era quella di dire "salgo, faccio il mio pezzo, esco", ma ora ho lavorato e voglio rischiare. Sono stato in studio con The Night Skinny, abbiamo preparato questo tour al meglio. Ogni show sarà una sorpresa a sé, a Bologna per esempio ho invitato alcuni freestyler del pallone con i quali ho condiviso il palco. Sarà un tour carico a mille ma il palco sarà mio, volevo lavorare su di me nei live e ora ho tantissime date per farlo".

Tutte le date del Io in terra tour 2017/2018

Novembre

10/11 Napoli - Duel Beat

11/11 Nonantola (MO) - Vox Club

17/11 Genova - BANGARANG @Crazy Bull

18/11 Crema - Momà Club24/11 Alba (Cuneo) – Xl Club

24/11 Torino - Discoteca Life

25/11 Viterbo - Subway

Dicembre

1/12 Roma - Goa Club

2/ 12 Cesena - Vidia Club

7/12 Parma – Campus Industry Music

8/12 Caldogno (Vicenza) - Nord Est

9/12 Prato - Naif

15/12 Castione (Svizzera) – La Fabrique

16/12 Catania – Afrobar

22/12 Milano - Gate club

23/ 12 Campobasso - Invidia Club

28/12 Potenza - Basilikos

Gennaio

12/01 Mosciano Sant’Angelo (TE) – Pin up

13/01 Perugia – Urban

20/01 Carbonia (Ca) - Bliss

21/01 Cesenatico - Nrg

27//01 Brindisi – Dopolavoro

Febbraio

03/02 Mantova – Priscilla disco club

04/02 Bari – Demodè club

10/02 Brescia – Latte Più

11/02 Trento – Artè disco Dinner

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti