Gabriele Antonucci

-

Troppo spesso si associa George Michael agli Wham! e agli anni Ottanta, dimenticandosi che i suoi capolavori appartengono prevalentemente al decennio successivo.

Nel 1990, a tre anni dal trionfo mondiale di Faith, George Michael stupì tutti con un album scuro e introspettivo come Listen without prejudice vol.1 (Ascoltate senza pregiudizi), arrangiato, prodotto e scritto quasi totalmente dallo stesso George.

Il disco è tornato il 20 ottobre nei negozi in quattro formati: standard 2 cd e digitale con la nuova versione del brano Fantasy; deluxe con un terzo cd contenente speciali remix e b-sides, un dvd con Listen Without Prejudice Southbank Show special del 1990, la performance di Freedom! 90 per i 10 anni di MTV, un libretto con foto e memorabilia; l'immancabile LP per gli amanti del vinile.

Il cofanetto Deluxe e l’edizione con doppio CD contengono anche una versione rimasterizzata della memorabile performance tenuta ad MTV Unplugged nel 1996, che ora, per la prima volta, viene pubblicata su album.

Nel contesto intimo dei Three Mills Island Studios di Londra, l'11 ottobre del 1996 George Michael eseguì dieci delle sue più belle canzoni tratte dal repertorio degli Wham! e dai suoi album solisti Faith, Listen Without Prejudice Vol. 1 e Older.

La nuova pubblicazione darà modo anche a un pubblico più giovane, che magari non era neanche nato nel 1990, di apprezzare Listen without prejudice vol.1, uno dei vertici della produzione solista del cantante di origini cipriote, che nel Regno Unito ha superato a sorpresa le vendite di Faith.

La rivoluzione di Listen Without Prejudice Vol. 1 

Via il ciuffo mechato, l’orecchino a forma di croce e l’inseparabile giubbotto di pelle da biker, George Michael si presentò in una nuova veste con lo splendida canzone di denuncia sociale Prayin’ for time corredata da un video in cui non veniva mai inquadrato.

Il cantante era defilato anche nel successivo videoclip di Freedom! ’90, diretto da un allora giovane David Fincher, con protagoniste le supermodel Naomi Campbell, Christy Turlington, Cindy Crawford, Tatjana Patitz e Linda Evangelista.

Allora anche i critici più feroci degli Wham e del suo album di debutto si accorsero delle sue doti vocali fuori dal comune, della sua capacità di scrittura e delle sue qualità di crooner, grazie a un pop raffinato e di spessore, che gli ha permesso di vendere in carriera 90 milioni di dischi e di orientarsi sempre più verso sonorità jazzy, come nel capolavoro Older del 1996 o nell’ultimo album Symphonica.

Listen Without Prejudice Vol. 1 rimane un disco senza tempo, composto da brani fortemente autobiografici come Freedom! ’90, definita da Mark Ronson "la sua Monnalisa", in cui George cantava: “C’è qualcosa di profondo dentro di me/c’è qualcuno che mi sono dimenticato di essere”.

Le influenze musicali

Nell'album troviamo influenze musicali che vanno da Marvin Gaye a Stevie Wonder, dai Beatles ai Rolling Stones, dai Primal Scream a Martin Stephenson and The Daintees.

In Prayin' for time, oggettivamente una canzone straordinaria, è evidente tutto il suo amore per John Lennon, sia nei testi che nel modo di cantare, mentre in Heal the pain l'artista anglo-cipriota mostra tutte le sue qualità di bassista, mostrando di avere più di un aspetto in comune con Paul McCartney, con il quale duetta in una versione alternativa dello stesso brano.

In Cowboys and Angels possiamo apprezzare quello swing che troverà il suo pieno compimento in Older, nella cupa They won't go when I go Michael dimostrò di essere l'unico bianco in grado di interpretare una canzone di Stevie Wonder senza far rimpiangere la versione originale, esattamente come fece nel 1992 per Somebody to love dei Queen in occasione del Freddie Mercury Tribute Concert.

La drammaticità di Mothers pride viene bilanciata dal solare pop-soul di Something To Save e Waiting For That Day, quest'ultima costruita su You Can't Always Get What You Want dei Rolling Stones.

L'album si chiude con l'intimità acustica di Waiting(reprise), che è stata utilizzata come intro dei concerti del tour 25.

La critica fu entusiasta di Listen Without Prejudice Vol. 1, ma l’album vendette molto meno di Faith, anche per la mancata promozione da parte del cantante che provocò la rottura con la Columbia.

L'etichetta bloccò allora l'uscita di Listen without prejudice vol.2, più movimentato e ballabile del precedente, di cui ora vengono recuperati alcuni brani nel cd dedicato ai b-sides e remix che si trova nella versione deluxe del cofanetto pubblicato oggi.

I brani inediti

Come sono i brani inediti? Piacevoli, ma non indimenticabili. If you were my woman è una ballad intensa ed emozionante, Crazy man dance è penalizzata da una fastidiosa batteria elettronica anni Novanta che suona ormai datata, Do you really want to know è un brano tutto da ballare, Happy è una canzone che strizza l'occhio all'acid jazz che dominava la scena inglese di inizio anni Novanta con gruppi come Incognito e Brand New Heavies.

Uno dei motivi di maggior interesse della riedizione di Listen Without Prejudice Vol. 1 è la nuova versione di Fantasy, canzone già pubblicata come B-side della versione americana del singolo Freedom! ‘90 e della versione britannica di Waiting For That Day, in cui è evidente il tocco del grande chitarrista e compositore Nile Rodgers, chitarra, mente e cuore degli Chic, che ha ridato nuova vita al singolo.

Al posto della base hip hop anni Novanta e dei fiati campionati, Rodgers ha dato un sound più contemporaneo a Fantasy, che tiene perfettamente in equilibrio la disco anni Settanta con il pop di oggi, con un pizzico di elettronica.

"Quando George Michael mi ha chiesto di lavorare su una delle sue canzoni è stato uno dei più grandi onori della mia vita" -ha dichiarato Nile Rodgers sulle sue pagine social- "Pochi giorni prima della sua scomparsa ero con lui a Londra nella sua casa. Ho preso un volo per tornare in america il 24 e dovevamo sentirci al telefono per Natale, invece ho ricevuto un messaggio sul mio cellulare, 'George è morto'.Ne sono rimasto devastato. Spero solo che sia fiero del lavoro svolto".

Lascia a dir poco perplessi la scelta della Sony di non inserire la nuova versione di Fantasy nel cofanetto deluxe di Listen without prejudice, dove è presente solo un codice per scaricare il brano in digitale.

Considerando questa mancanza e il fatto che le b-sides e i remixes non sono imprescindibili, è quasi preferibile acquistare la versione standard in 2 cd, con Fantasy e i 10 brani dell'MTV Unplugged, che il più impegnativo cofanetto, considerando che quest'ultimo costa online almeno 40 euro a fronte dei 16-18 dell'edizione in due dischi.

Il valore dell'album

In conclusione, Listen without prejudice non solo è uno dei migliori album pop degli ultimi 30 anni, ma anche il primo disco a mostrare compiutamente l'enorme talento vocale e compositivo di George Michael.

Un artista libero, coraggioso, in grado di anticipare mode e tendenze musicali, ma soprattutto in grado di toccare i cuori di milioni di persone con canzoni che, in pochi istanti, riescono a strapparci un sorriso, un’emozione, una lacrima, un ricordo.

(Questo articolo è stato pubblicato laprima volta in ottobre 2017)

© Riproduzione Riservata

Commenti