Ufficio stampa
Musica

Mike Porcaro: 10 canzoni dei Toto per ricordarlo

Il bassista - scomparso venerdì dopo una lunga malattia - ha dato un contributo fondamentale ai più grandi successi del gruppo americano

La band piange la scomparsa dello storico bassista

La morte di Mike Porcaro, dopo una lunga battaglia contro la Sla, ci fornisce oggi l’occasione per celebrare i Toto, a pochi giorni dalla pubblicazione dell’album Toto XIV.

Membri della Rock and Roll Hall of Fame e definiti da Eddie Van Halen “collettivamente i migliori musicisti del pianeta”, hanno segnato in modo indelebile gli anni Ottanta con i loro successi. La loro straordinaria perizia tecnica è sempre messa al servizio della melodia e della cantabilità, per questo forse alcuni critici non hanno colto in pieno le loro qualità. E’ stato fondamentale il contributo dei Toto al successo di Thriller, l’album più venduto di sempre con oltre 100 milioni di copie: Human Nature è stata scritta da Steve Porcaro e suonata dai Toto al completo, mentre Steve Lukather ha composto e suonato la linea di basso e la chitarra ritmica di Beat it. Nella band ha giocato un ruolo di primo piano la famiglia Porcaro, con ben tre musicisti: il batterista Jeff (morto nel 1992 per una reazione allergica ai pesticidi), il bassista Mike e il tastierista Steve.

Vediamo insieme, cliccando le frecce laterali, le 10 canzoni più belle della loro carriera.

10) I'll supply the love (1978)

Scritta da David Paich per l'album d'esordio Toto del 1978, I'll supply the love è un mix irresistibile di hard rock e disco music.

9) I won't hold you back (1983)

Sesto singolo estratto da Toto IV, l'album più venduto della loro carriera, I won't hold you back è una delle ballad più celebri dei Toto. Scritto da Steve Lukather, il brano è famoso anche per il campionamento nella hit dance Another chance di Roger Sanchez.

8) Pamela (1988)

Accattivante pop-rock scritto da David Paich e Joseph Williams, che deve il titolo al nome della fidanzata di allora del cantante dei Toto. Un classico della band, che non può mancare nei loro concerti.

7) I'll be over you (1986)

Splendida ballad scritta e cantata da Steve Lukather, che ha trascinato l'album Fahrenheit nel 1986. Il video, girato sopra il tetto di un palazzo di Los Angeles, è un chiaro omaggio ai Beatles.

6) 99 (1979)

Primo singolo estratto dall'album Hydra, composto da David Paich ispirato dal film THX 1138 di George Lucas, dove i protagonisti venivano identificati solo con un numero.

5) Loving you (1988)

Indimenticabile il chorus di questa canzone, "I can't stop loving you/time passes quickly and chances are few/ I won't stop till I'm through loving you, girl", che rivela tutta l'estensione della voce di Joseph Williams. Un brano che ha segnato la fine degli anni Ottanta.

4) Rosanna (1982)

La Rosanna a cui si riferisce il titolo è l’attrice Rossana Arquette, che è stata a lungo la ragazza del tastierista Steve Porcaro. Splendida la progressione del bridge, fino all'esplosione del refrain, ennesima conferma delle eccezionali doti tecniche del gruppo.

3) Georgy Porgy ( 1978)

Il ritornello e, conseguentemente,il titolo sono ispirati a una celebre filastrocca inglese per bambini, Georgie Porgie. La voce black di Cheryl Lynn impreziosisce questo capolavoro, un malinconico brano funky-rock che trasmette perfettamente l'ineffabile sensazione della gioia di essere tristi.

2) Hold the line (1978)

Decine di gruppi rock di oggi farebbero carte false per scrivere un brano come Hold the line. Non c'è molto da dire su una canzone così iconica: alzate al massimo il volume e godetevela tutta.

1) Africa (1982)

Scritta dal tastierista David Paich, che canta le due strofe, e dal batterista Jeff Porcaro, Africa fu l'ultima canzone ad essere inserita in Toto IV, suscitando non poche diffidenze all'interno del gruppo, dato che non piaceva a tutti. Per fortuna loro e anche nostra, alla fine Africa è stata pubblicata, diventando il brano-simbolo dei Toto.

Ti potrebbe piacere anche