«Made in Italy»: le anticipazioni della prima puntata
Ufficio Stampa Mediaset
«Made in Italy»: le anticipazioni della prima puntata
ARTICOLI FREEMIUM

«Made in Italy»: le anticipazioni della prima puntata

Al via da mercoledì 13 gennaio la serie tv di Canale 5 con Greta Ferro, Margherita Buy, Raoul Bova e Stefania Rocca. Nella Milano degli anni '70, una giovane giornalista, Irene, si trova a raccontare la nascita della moda italiana

La nascita della grande moda italiana nella Milano degli anni Settanta viene raccontata attraverso la storia di Irene, una giovane giornalista che comincerà quasi per caso la sua carriera ma arriverà molto lontano. Dopo il passaggio su Amazon Prime, da mercoledì 13 gennaio sbarca su Canale 5 Made in Italy , la serie tv creata da Camilla Nesbitt e prodotta da TaoDue The Family per Mediaset, che racconta com'è nato il prêt-à-porter e come grandi stilisti come Armani, Krizia, Versace e Missoni hanno rivoluzionato la moda e al tempo stesso il costume e la società. Ecco cos'accadrà nella prima puntata della fiction con Greta Ferro, Margherita Buy, Raoul Bova e Stefania Rocca.

Made in Italy», le anticipazioni della prima puntata

Milano, metà degli anni '70. Irene Mastrangelo (Greta Ferro) è una ragazza di 23 anni che grazie ai sacrifici dei genitori, immigrati dal Sud Italia, è riuscita ad arrivare ad un passo dalla laurea in Storia dell'Arte ma all'ultimo esame, dopo una discussione con il professore, un «barone» reazionario che non accetta le sue idee progressiste, Irene rifiuta il voto che le avrebbe permesso di laurearsi. Dopo un litigio con Pasquale (Ninni Bruschetta), il padre, che la rimprovera per il suo atteggiamento, per non gravare più sulla famiglia decide di mantenersi agli studi da sola e riesce ad ottenere un lavoro di apprendista presso la rivista di moda Appeal.

Irene debutta come giornalista e racconta la nascita della moda

Il mondo della redazione e quello della moda, così stravagante e ricco di stimoli, affascina fin da subito Irene che stringe amicizia con l'altra giovane apprendista, la disinibita Monica (Fiammetta Cicogna) e tra le due nasce subito un'amicizia. La Mastrangelo viene «adottata» dalla severa Rita Pasini (Margherita Buy), la redattrice della rivista, una donna anticonformista e sempre in polemica con Nava (Sergio Albelli), il vicedirettore, attento più a mantenere un buon rapporto con gli investitori pubblicitari che alla creatività della rivista.

Rita intuisce le potenzialità di Irene e la porta con sé dal celebre stilista Albini (Gaetano Bruno). Irene, per nulla intimorita, riesce a ottenere un'intervista, grazie a brillanti intuizioni e a un'innata capacità di entrare in empatia con gli altri. Inizia così a capire che quel mondo di creativi, eccentrici e imprevedibili, così diversi dal suo ambiente di origine, è proprio il mondo in cui vuole farsi strada.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti