GBPA Architects presenta il Porsche Experience Center
GBPA Architects presenta il Porsche Experience Center
Lifestyle

GBPA Architects presenta il Porsche Experience Center

Un gioiello d'architettura nello splendore della Franciacorta sta per nascere

GBPA Architects progetta il Porsche Experience Center, il primo impianto in Italia e l'ottavo di questo tipo nel mondo dopo quelli di Lipsia, Silverstone, Atlanta, Le Mans, Los Angeles, Shanghai e Hockenheim.

Quello di Franciacorta sarà il più grande Porsche Experience Center al Mondo e comporterà un investimento di oltre 26 milioni di euro.L'incarico per la progettazione dell'intero complesso è stato affidato lo scorso ottobrea GBPA ARCHITECTS, società di progettazione integrata fondata dagli architetti Antonio Gioli e Federica De Leva, che si occuperà della riqualificazione di alcuni degli edifici esistenti e della realizzazione di nuovi spazi.L'intera struttura è ospitata su una superficie complessiva di 559.000 metri quadri nell'area dell'attuale Autodromo di Franciacorta a Castrezzato (in provincia di Brescia) e ospiterà al suo interno Il Customer Center più grande del mondo (4.500 mq.), epicentro del Porsche Experience Center.


Punto centrale del masterplan è la trasformazione dell'ex Kartodromo nel nuovo Customer Center, elemento fortemente iconico di tutto l'Experience Center: tale scelta ha portato al ribaltamento della gerarchia spaziale dell'area, cambiandone anche l'accessoc he nel masterplan di GBPA ARCHITECTS avverrà dalla Strada Provinciale 16, da quello che prima era un ingresso secondario. Masterplan che prevede la realizzazione di un parcheggio, di un Boulevard, caratterizzato da aree attrezzate da arredo urbano con verde integrato e nuove aree trattate a verde.

Nello specifico il progetto ha previsto la demolizione di tre arcate di una grande struttura ad arco in legno lamellare di grande pregio che lo studio di architettura ha conservato e fortemente valorizzato. Tale struttura ospiterà il Customer Center(grande 4500 mq e alto 15/16 metri), caratterizzato da ampie superfici vetrate, conu na Agorà, spazio multifunzionale e un Meeting Center per l'organizzazione di conventione presentazioni plenarie.

L'area di accoglienza sarà poi completata dal ristorante e dall'esclusiva terrazza con vista sull'autodromo. Al piano superiore, una passerella congiungerà le due ali della sala, creando una divisione visiva orizzontale nello spazio, un po' quinta e un po' palcoscenico, che diventa un elemento scenografico importante per gli eventi ospitati all'interno.

"Progettando il PEC abbiamo voluto mettere l'auto al centro, protagonista assoluta che può essere guardata, osservata, ammirata da qualsiasi tipo di angolazione all'interno di un contesto aperto"–affermano gli architetti Gioli e De Leva. In effetti l'auto è attrice principale, al punto che può muoversi agevolmente in tutti gli spazi del grande Customer Center, salire sugli spalti con un ponte che la collega a tutti i livelli, può anche entrare nelle sale meeting, addirittura nel ristorante del primo piano con un sistema di rampe e ascensori dedicato

L'elemento architettonico che contraddistingue fortemente lo spazio del Customer Center è costituito dalla grande copertura di colore bianco glossy (in linea con le cromie Porsche) la cui riqualificazione mira a ridare una nuova immagine all'edificio esistente.

Il progetto della riqualificazione della copertura del Customer Center sintetizza e rafforza il concept che guida tutti gli interventi sull'area, basati sui principi di trasparenza e dinamicità. Questi elementi distintivi si traducono a livello architettonico nell'alternanza di superfici opache, vetrate e frangisole che, oltre a restituire diversi gradi di trasparenza e permeabilità, creano tagli orizzontali che accentuano l'andamento dinamico dell'edificio e portano luce all'interno, garantendo un elevato comfort ambientale e dando forza allo spazio sottostante.

Dal Customer Center si apre il grande boulevard che connette il visitatore all'area esperienziale più tecnica: le piste e il Training Center, progetto che si inserisce all'interno di un Masterplan integrato. La pista, ricavata dall'autodromo pre-esistente e totalmente rinnovata nell'asfaltatura, avrà una lunghezza di 2.519 metri. Previsti anche un percorso Off Road, composto da 12 esercizi di difficoltà crescente, e un'area di oltre 30.000 mq dedicata agli esercizi di guida sicura e dinamica, compresi il Low Friction Circle e il Kick Plate.

Di nuova realizzazione inoltre la pista Low Friction Handling, per sperimentare in piena sicurezza sovrasterzi di potenza entusiasmanti. Per i 20.000 visitatori attesi ogni anno, il Porsche Experience Center metterà a disposizione anche un Simulation Lab dedicato all'esperienza di guida in realtà virtuale, dove sarà possibile provare tutti i modelli Porsche classici e moderni sui circuiti più famosi del mondo, nonché una pista per kart elettrici.

Il Porsche Experience Center ospiterà anche un Training Center dedicato alla formazione del personale Porsche operativo in Italia e sarà dotato di un'aula speciale che consentirà anche ai visitatori di assistere da spettatori ad alcune delle sessioni tecniche. Il più grande Porsche Experience Center al mondo sarà un impianto dedicato alla passione e all'innovazione, uno spazio aperto al pubblico creato per accogliere clienti del marchio e non solo. Verranno infatti organizzati anche eventi rivolti al grande pubblico come competizioni motorsport e, nello specifico, della Porsche Carrera Cup Italia, ma anche incontri dei club, manifestazioni ed eventi di aziende partner e, in appositi spazi, programmi per la formazione del personale della rete Porsche in Italia. La conclusione dei lavori è prevista per la prossima primavera.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti