Servitore del popolo: 5 cose da sapere sulla serie con Zelensky
Ufficio Stampa La7
Servitore del popolo: 5 cose da sapere sulla serie con Zelensky
Televisione

Servitore del popolo: 5 cose da sapere sulla serie con Zelensky

Arriva anche in Italia la serie evento che ha consacrato l’attuale Capo di Stato dell’Ucraina come attore popolare, nei panni di un professore di Liceo che diventa inaspettatamente presidente del suo Paese. Al via su La7 da lunedì 4 aprile

La serie evento del momento arriva anche in Italia: debutta infatti su La7 Servitore del popolo - Servant of the people il titolo in inglese -, che probabilmente non sarebbe mai diventata un fenomeno globale se non fosse che il protagonista è Volodymyr Zelensky, oggi presidente dell'Ucraina e all'epoca della prima stagione, andata in onda nel 2015, uno degli attori comici più famosi del paese. In poche settimane la sua popolarità è diventata globale e i broadcaster di mezzo mondo si sono contesi i diritti per la messa in onda: compresa La7, che è riuscita a conquistare l'esclusiva italiana e da lunedì 4 aprile trasmetterà i 51 episodi della serie.

Servitore del popolo, di cosa parla la serie con Zelensky

Il protagonista è il professore di Liceo Vasyl Petrovych - doppiato in Italia dall'attore Luca Bizzarri - e Servant of the peolple racconta la sua inaspettata ascesa a Presidente del Paese: un video in cui denuncia la corruzione nella classe dirigente ucraina diventa virale grazie ai suoi studenti e da quel momento la sua vita cambia per sempre. Pur non avendo la minima esperienza diventa Capo di Stato e agisce nel nome dell’onestà: licenzia i governatori corrotti, impone a tutti i politici ucraini di rispettare la legge, si trasforma in leader amato dal popolo, incontra i grandi leader della terra, spinge perché l'Ucraina entri nell'Ue.

La trama profetica

È innegabile dunque che ci siano delle sfumature profetiche nella trama di Servitore del popolo, visto che lo stesso Volodymyr Zelensky pochi mesi dopo la fine delle tre stagioni divenne quasi dal nulla Presidente dell’Ucraina e, di lì a pochi anni, il Capo di Stato oggi al centro del più sanguinoso conflitto nel cuore dell’Europa dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Zelensky è l'ideatore e il regista

Servant of the People è stata prodotta da Kvartal 95, la società di produzione dello stesso Zelensky, che della serie è anche l'ideatore, il co-sceneggiatore, il co-regista oltre che il protagonista. Trasmessa tra il 2015 e il 2019 con grande successo di critica e ascolti sulla Rete televisiva Ucraina “1+1”, la serie è stata girata in russo ed è composta da 51 episodi.

Servant of the people è anche il nome di un partito

Non tutti sanno che Servitore del popolo è anche il nome del partito politico dell’attuale presidente ucraino. La serie andò in onda fino al marzo del 2019 e pochi mesi dopo, a maggio, Zelensky sconfisse il Presidente uscente Petro Poroshenko ottenendo il 73% dei consensi.

La carriera tv di Zelensky (c'è anche Ballando con le stelle)

La carriera di Zelensky non è cominciata con la serie tv ma ben prima. Dopo una lunga gavetta con un gruppo di amici, molti dei quali sono attori, scrittori ed esperti di cinema e tv con cui fondò lo studio di produzione Kvartal95 (Quartiere95) - e alcuni sono ancora oggi tra i suoi più stretti collaboratori -, divenne celebre grazie a uno show comico molto popolare in Ucraina. Il grande salto lo fece vincendo l’edizione locale di Ballando con le stelle, nel 2006, e da quel momento non si è più fermato, fino al boom di ascolti de Il servitore del popolo. Una parte della sua storia viene raccontata in Zelensky the story, in onda su La7 lunedì 4 aprile dopo le prime tre puntata della serie: il docufilm riassume il suo percorso, dagli inizi come attore e produttore di programmi tv fino alla sua campagna spettacolare, alla sua elezione, alla sua rivalità con Putin, al conflitto in corso.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti