Sanremo 2021: tutte le donne del Festival, dalla De Angelis alla Ventura
Ansa Foto
Sanremo 2021: tutte le donne del Festival, dalla De Angelis alla Ventura
Televisione

Sanremo 2021: tutte le donne del Festival, dalla De Angelis alla Ventura

La scelta di Amadeus: sul palco donne dalle personalità nette, con storie da raccontare e messaggi da lanciare. Martedì 2 marzo la prima del Festival con l'attrice lanciata da The Undoing, poi in arrivo Elodie, la top model Vittoria Ceretti, la Palombelli e la Botteri

Niente passi di lato, zero presenze di contorno. La bionda e la mora di baudiana memoria? Appartengono a un'era geologica televisiva fa. Mentre le donne del Pd s'imbufalivano a colpi di «non basta qualche posto da sottosegretaria», Amadeus spingeva l'acceleratore sulle presenze femminili al Festival: non tanto quota rosa ma donne con personalità nette, storie da raccontare o messaggi da lanciare. È la narrazione, bellezza, e tutto è legato al filo di un racconto. Quale tipo di racconto? Lo si capirà nel corso delle cinque serate di Sanremo 2021, al via da martedì 2 marzo. Da Matilda De Angelis al ritorno di Simona Ventura, dalla Palombelli a Serena Rossi, ecco tutta la «truppa rosa» festivaliera.

TUTTO SUL FESTIVAL 2021

Sanremo 2021, il debutto con Matilda De Angelis

Da The Undoing a Sanremo. Tocca a Matilda De Angelis rompere il ghiaccio e testare la temuta discesa delle scale. Sarà infatti l'attrice consacrata dalla serie HBO con Nicole Kidman e Hugh Grant ad affiancare Amadeus nella prima serata del Festival 70+1. Ad aiutarla a sciogliere la tensione del debutto ci penserà Fiorello. «Con lui ci siamo scambiati diversi messaggi divertenti, fa di tutto per farmi sentire a mio agio. Ma a breve salirò per la prima volta sul palco e sono davvero emozionata». Cosa farà sul palco? «Si vedrà una Matilda a tutto tondo, ma non posso spoilerare», dice. La voce non le manca e già trapelano indiscrezioni su un duetto proprio con Fiorello. La De Angelis ha 25 anni, è considerata una delle attrici più battagliere della sua generazione e solo poche settimane fa ha postato su Instagram una foto senza trucco e con il viso segnato dall'acne.



«Nel mio quotidiano mi batto per l'emancipazione delle donne, ci chiedono di essere patinate e belle e una narrazione che ha un po' rotto le scatole», dice poche ore prima di debuttare. «Sul palco porto ciò che sono: la mia naturalezza. Per me il palco di daremo è una letterona d'amore al mondo dell'arte ed è una rivincita. Tra le donne della prima puntata c'è poi Alessia Bonari, l'infermiera di Grosseto diventata un simbolo della lotta al Covid, dopo che pubblicò una foto del suo volto rovinato dai segni della mascherina. In piena pandemia, l'incursione nell'attualità è inevitabile.

Il salto di Elodie e della top model Vittoria Ceretti

Da cantante in gara a conduttrice. Il grande salto di Elodie – con la sua storia personale di rivincita e riscatto, dall'infanzia nella periferia degradata ai grandi palchi della musica - avverrà mercoledì sera, e al consueto lancio delle canzoni in stile «dirige l'orchestra il maestro…», si aggiungerà un performance clamorosa. A Panorama.it risulta che le prove svolte nelle settimane scorse a Milano siano state perfette tanto che questo momento già si annuncia come uno dei più intensi delle cinque serate. Occhio poi a Vittoria Ceretti, la top model 23enne che in poche stagioni si è imposta come una delle modelle italiane più contese dai brand internazionali. Models.com l'ha inserita tra le Top 50 del momento, ma lei non punta tutto sull'immagine e non si sottrare se deve esporsi, come ha fatto pochi giorni sui social criticando gli assembramenti fuori dai bar. A Sanremo potrà dire la sua davanti a milioni di telespettatori ai quali potrà dire la sua. «Spero di poter dare un contributo all'empowerment femminile: vedere una donna di 23 anni che è su quel palco grazie solo a sacrificio e volontà sia un bel modo per dare grinta alle altre».



Simona Ventura e Serena Rossi per il gran finale

Archiviate per sempre le vallette mute, nel borsino festivaliero crescono le quotazioni delle donne dalle forti personalità e capaci di occupare mediaticamente un ruolo sempre più centrale. Come Barbara Palombelli, attesa il venerdì sera: è lei a detenere il record assoluto di presenza in video – oltre 700 ore l'anno – e il suo talk Stasera Italia è uno dei palcoscenici tv più ambiti dai politici. Sempre venerdì, spazio anche a Beatrice Venezi, 31 anni, la direttrice d'orchestra dal curriculum internazionale: la musicista affiancherà Amadeus nella proclamazione del vincitore delle nuove proposte. Sabato sera, per il gran finale, ci saranno cinque donne davvero speciali: si comincia con Ornella Vanoni, protagonista di un tributo spettacolare, per passare alla giovanissima Tecla Insolia, protagonista del film tv di Rai1 su Nada. Torna poi dopo diciassette anni a Sanremo anche Simona Ventura, una delle poche donne a condurre il Festival in solitaria, nel 2004, in un'edizione complicata. Le sfide professionali la galvanizzano. Attese poi Serena Rossi - reduce dal clamoroso successo di Mina Settembre - e la giornalista Giovanna Botteri, passata in dodici mesi da Pechino nel pieno della pandemia a una Sanremo blindata e a rischio zona rossa.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti