Palinsesti Sky 2022/2023: tutte le novità sulle serie tv e gli show
Ufficio Stampa Sky
Palinsesti Sky 2022/2023: tutte le novità sulle serie tv e gli show
Televisione

Palinsesti Sky 2022/2023: tutte le novità sulle serie tv e gli show

Abbuffata di nuove produzioni italiane con Francesco Montanari, Valeria Golino e Filippo Timi. In arrivo la serie sugli 883 e la versione italiana di Call My Agent. Ad agosto House of the dragon. Nicola Savino su Tv8, la Michielin per "rianimare" X Factor

Un’abbuffata di nuove serie italiane così importante, su Sky, non si vedeva da tempo. Mentre sul fronte dell’intrattenimento puro i titoli sono quelli di sempre – da X Factor a MasterChef –, i pezzi pregiati arrivano dalla serialità che sarà l’architrave portante dei Palinsesti Sky 2022/2023. Ce n’è per tutti i gusti, con un tridente d’attacco formato da Francesco Montanari, Valeria Golino e Filippo Timi, poi sono in arrivo la serie sulla storia degli 883 e la versione italiana di Call My Agent, mentre ad agosto debutta in contemporanea con l’America House of the dragon, il prequel del Trono di Spade. E non manca una new entry: Nicola Savino, che lascia Mediaset per passare a Tv8.

PALINSESTI SKY 2022/2023, L’ABBUFFATA DI NUOVI TITOLI ITALIANI

Ad aprire la stagione, dal 21 settembre, saranno quattro nuove puntate di Petra, con Paola Cortellesi nei panni dell’ispettore Petra Delicato tratta dai romanzi della Giménz-Bartlett. Quindici anni dopo Romanzo criminale, torna a Sky Francesco Montanari, che racconta lo spietato mondo del calciomercato incarnando il procuratore sportivo Corso Manni. «Non sapevo nulla di calcio, ho studiato molto. È una storia epica di passione e vendetta», anticipa l’attore: nel cast de Il grande gioco c’è anche Giancarlo Giannini. Tra le novità in arrivo nel 2023 c’è Django, ambiziosa serie in 10 puntate che rilegge i western alla Corbucci in chiave contemporanea (tra i registi anche Francesca Comencini): il protagonista è il pluripremiato Matthias Schoenaerts. Marco Bocci è invece la star di Unwanted, nei panni del capitano di una nave da crociera piena di turisti occidentali che trae in salvo un gruppo di migranti. Tante poi le seconde stagioni in arrivo, da Il re con Luca Zingaretti a Christian, con Claudio Santamaria, passando per Romulus II e A casa tutti bene di Gabriele Muccino.

IN ARRIVO GOLINO, TIMI E LA SERIE SUGLI 883

«La nostra ambizione? Dare il meglio dello show e dell’intrattenimento unendo qualità, quantità e una modalità quanto più libera possibile di fruizione», ha spiegato ai giornalisti Antonella d’Errico, Executive Vice President Programming Sky Italia, presentando il pacchetto delle novità. «Una volta c’era lo sceneggiato, poi le fiction ed è grazie a Sky che siamo arrivati al successo delle serie», azzarda. E annuncia il corposo file del “prossimamente” che include L’arte della gioia, debutto assoluto da regista di una serie tv di Valeria Golino (tratta dallo scandaloso romanzo postumo di Goliarda Sapienza, ambientato nella Sicilia rurale dei primi del ‘900); Dostoevskij, con Filippo Timi protagonista della prima serie tv dei Fratelli D’Innocenzo; M. Il Figlio del Secolo tratto dal romanzo Premio Strega di Antonio Scurati sull’ascesa al potere di Benito Mussolini; La città dei vivi, dal bestseller di Nicola Lagioia sull’omicidio di Luca Varani. Tra le chicche c’è poi Hanno ucciso l’uomo ragno, ispirata alla vera storia di Max Pezzali e Mauro Repetto, diretta da Sydney Sibilia: non sarà un documentario ma una vera e propria dramedy. Altro annuncio altro cast clamoroso: è in lavorazione Call my agent, remake italiano della serie culto francese che racconta le vicissitudini della potente agenzia CMA e le disavventure dei suoi soci. Tra i protagonisti Maurizio Lastrico, Michele Di Mauro e Sara Drago, tra le guest star anche Paola Cortellesi, Matilda De Angelis, Pierfrancesco Favino, Corrado Guzzanti e Paolo Sorrentino.

HOUSE OF THE DRAGON E LE ALTRE SERIE INTERNAZIONALI

Sul fronte internazionale, il titolo evento è ovviamente House of the dragon, prequel dell’iconico Trono di spade, in arrivo il 22 agosto in contemporanea con l’America (prima puntata alle 3 del mattino in lingua originale ma già coi sottotitoli in italiano). In totale Sky Atlantic, Sky Serie e Sky Investigation spareranno 450 titoli e cento novità, dai grandi classici CSI, NCIS, One Chicago, Law & Order al nuovo thriller Munich Games, dal 9 settembre, 50 anni dopo l’attentato alle Olimpiadi di Monaco ’72. In arrivo anche This England, con il Premio Oscar Kenneth Branagh nei panni di Boris Johnson, raccontato nei tumultuosi primi mesi da Premier britannico, la quarta stagione di Babylon Berlin (una delle serie più belle degli ultimi anni), Gangs of London 2 e l’attesa spy story Harry Palmer-Il caso Ipcress ambientata in piena guerra fredda.

XF, MASTERCHEF E PECHINO EXPRESS, I PEZZI FORTI DI SKY UNO

Come Rai, Mediaset e La7, anche Sky punta sull’usato sicuro, perché il pubblico cerca la novità ma alla fine è rassicurato dai titoli che già conosce. Così Sky Uno ripropone in blocco tutti i format forti. Anche quelli in crisi d’ascolto, come X Factor: per il rilancio si gioca la carta di una conduttrice nuova, Francesca Michielin (che lo ha vinto dieci anni fa) e una giuria stravolta (Ambra, Dargen D’amico – che si annuncia la vera rivelazione – Rkomi e il ritorno di Fedez). Non conosce stanchezze invece MasterChef, che migliora anno dopo anno: squadra che vince non si cambia dunque torna in blocco il tridente Barbieri-Cannavacciuolo-Locatelli. Visto il successo della prima edizione targata Sky, riecco anche Pechino Express: unica certezza la conduzione di Costantino della Gherardesca (che sarà anche il feroce narratore di Quattro matrimoni, a settembre), mentre cast e meta sono ignoti. Chi sarà la coppia dei trionfatori dello scorso anno, “I Pazzeschi” Victoria Cabello e Paride Vitale? A proposito della Cabello, Antonella D’Errico si sbottona: «Stiamo lavorando a un nuovo progetto per lei». Torna anche il viaggio surreale di Quelle brave ragazze, un’idea di Mara Maionchi: lei ci sarà di sicuro, Sandra Milo forse, quanto a Orietta Berti è difficile la riconferma visto che ha firmato con Mediaset per uno show e come opinionista al Grande Fratello Vip. «Ci saranno delle sorprese, ci stiamo lavorando», dicono da Sky senza sbottonarsi troppo.

NICOLA SAVINO SBARCA SU TV8 (CHE CANCELLA ITALIA’S GOT TALENT)

Mentre i manager di Sky gongolano per gli ascolti in crescita di Tv8 («siamo la rete generalista con il tasso di crescita maggiore anno su anno: +14%»), sono state ufficializzate due notizie note da tempo. La prima è l’ingresso nel cast della rete di Nicola Savino, strappato a Mediaset e subito piazzato in una fascia strategica per tutte le reti, quella dell’access prime time (le 20.30, per intenderci): condurrà 100% Italia, nuovo game show basato su abitudini e opinioni degli italiani, in studio ci sarà un muro umano con un panel di cento persone. La seconda è la cancellazione di Italia’s Got Talent, che non ha brillato per ascolti nelle ultime stagioni e dunque va in archivio: «Preferiamo concentrarci sul rilancio di X Factor», ha ammesso la D’Errico. L’altra novità di Tv8 è Home Restaurant, con lo chef Giorgio Locatelli, una gara tra appassionati di cucina e cuochi amatoriali. Per il resto, confermate la sfida musicale di Name That Tune – Indovina la canzone (non è stato rivelato il conduttore), la nuova edizione di Alessandro Borghese Celebrity Chef (che ha debuttato con ascolti molto buoni) e sul fronte sportivo le finestre in chiaro dei diritti Sky con Formula1, MotoGP e Superbike, e il calcio europeo con Europa League e Conference League.

I più letti