Leonardo: le anticipazioni della terza puntata
Ufficio Stampa Rai
Leonardo: le anticipazioni della terza puntata
Televisione

Leonardo: le anticipazioni della terza puntata

Martedì 6 aprile il nuovo episodio della serie evento di Rai1 con Aidan Turner, Matilda De Angelis e Giancarlo Giannini. A Leonardo viene commissionato un affresco dell'Ultima cena a Santa Maria delle Grazie, poi torna a Firenze e dipinge la Gioconda

Inquieto, impaziente e spesso insoddisfatto, questa volta il genio di Leonardo da Vinci sarà alle prese con una delle sue opere più note, l'Ultima cena, e ancora una volta faticherà a gestore il suo tormento interiore. Inizia così la terza puntata di Leonardo, la serie evento di Rai1 con Aidan Turner, Matilda De Angelis e Giancarlo Giannini, che racconta la storia di un genio la cui personalità complessa ed enigmatica rimane ancora oggi un segreto avvincente. Ecco cos'accadrà nel penultimo episodio della serie internazionale coprodotta da LuxVide, in onda martedì 6 aprile.

Leonardo, le anticipazioni della terza puntata

Dopo la morte della moglie di Ludovico Sforza (James D'Arcy), Leonardo (Aidan Turner) riceve una nuova importante commissione, un affresco dell'Ultima cena a Santa Maria delle Grazie, ma fatica a gestire il suo tormento interiore. Seguendo alcuni saggi consigli di Padre Luca Pacioli, il pittore chiede aiuto ai suoi amici più cari e porta avanti il lavoro a dispetto delle crescenti tensioni in città. Dopo aver messo alla prova la sua creatività e aver sperimentato una nuova tecnica, Leonardo deve affrontare le conseguenze delle sue azioni mentre una situazione problematica si aggrava, con risultati devastanti quanto inaspettati.



Il ritorno di Leonardo a Firenze

Tornato a Firenze dopo gli anni milanesi, a Leonardo vengono offerte nuove opportunità ma non ha la motivazione giusta per accoglierle, finché non gli viene richiesto di dipingere il ritratto di Lisa Gherardini che poi diventerà la Gioconda. Dopo il fallimento del suo tentativo di ricucire i rapporti con Caterina (Matilda De Angelis), Leonardo accetta un'offerta per conto della città e va a Imola, dove ottiene l'ammirazione di un committente entusiasta, Cesare Borgia. Messo in guardia da Niccolò Machiavelli, ambasciatore fiorentino a Imola, sul fatto che proprio il suo valore potrebbe metterlo in pericolo, capisce che non tutto è come sembra e chiede aiuto: mentre il lavoro spinge la sua mente verso zone oscure, Leonardo perde la speranza, finché un sostegno arriva da dove meno lo aspettava.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti