pandolfi beppe fiorello
Ufficio Stampa Rai
pandolfi beppe fiorello
Televisione

«Gli orologi del diavolo»: le anticipazioni della terza puntata

Lunedì 16 novembre penultimo appuntamento con la mini serie interpretata da Giuseppe Fiorello e Claudia Pandolfi. La fiction di Rai 1 è ispirata alla vera storia del testimone di giustizia Gianfranco Franciosi

Marco è sempre più stretto tra due fuochi: da una parte c'è il boss Aurelio che lo minaccia, dall'altra la polizia gli chiede di continuare la sua missione. Comincia così la terza puntata de Gli orologi del diavolo, la mini serie di Rai 1 con Giuseppe Fiorello, Claudia Pandolfi e Nicole Grimaudo, diretta dal regista Alessandro Angelini e ispirata alla vera storia del del testimone di giustizia Gianfranco Franciosi. Dopo gli ottimi ascolti, ecco cos'accadrà nel penultimo episodio, in onda lunedì 16 novembre.

Gli orologi del diavolo, le anticipazioni della terza puntata

Durante il Natale, Aurelio (Alvaro Cervantes) fa visita a da Marco Merani (Giuseppe Fiorello) e gli regala un costoso orologio. Il meccanico lo caccia in malo modo, ma il boss lo avverte: non potrà più liberarsi di lui. La polizia italiana intanto spinge Marco a continuare la missione ma l'uomo, che è stato abbandonato dalla sua famiglia e può contare solo su sua figlia Joy (Gea Dall'Orto), si rifiuta. A quel punto si mette al lavoro per riaprire il cantiere insieme ai suoi operai ma in quel frangente scopre che suo padre Antonio (Roberto Nobile), malato di cancro in fase terminale, riceve le pressioni di un camorrista alleato di Aurelio. Così decide di liberarsi dalla morsa del boss, ad ogni costo.




L'ultima missione pericolosa di Marco

Marco, che è stato catturato, riesce a imbonire Aurelio che gli concede il suo perdono e lo porta a conoscere la moglie e il figlio che vivono nascosti in una piccola isola al largo della Spagna. Il boss gli chiede di accompagnarlo in un nuovo e ultimo carico, quello che permetterà a entrambi di ritirarsi. Marco accetta e mentre esplode l'amore con Alessia (Claudia Pandolfi), il meccanico prepara una barca capace di affrontare l'oceano perché, stavolta, lo scambio di droga avverrà in mare aperto. Mentre suo padre si aggrava, Marco è costretto a partire non prima di aver confessato a suo fratello Jacopo (Marco Leonardi) e a Messia la verità: sua figlia, invece, non sa nulla del suo ruolo di infiltrato e lo guarda andare via con il cuore a pezzi.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti