Squérez? dei Lùnapop: l'album d'esordio di una band italiana più venduto di sempre
Ufficio stampa Universal
Squérez? dei Lùnapop: l'album d'esordio di una band italiana più venduto di sempre
Musica

Squérez? dei Lùnapop: l'album d'esordio di una band italiana più venduto di sempre

È stato un disco da record quello che ha lanciato la carriera Cesare Cremonini. Che il primo dicembre pubblica il libro «Let them talk Ogni canzone è una storia»

Il 30 novembre 1999, usciva "…Squérez?", il disco d'esordio dei Lùnapop di Cesare Cremonini, riconosciuto da F.I.M.I. (Federazione Industria Musicale italiana) come il disco d'esordio di una band italiana più venduto di sempre.

L'album è rimasto al primo posto della classifica italiana per 13 settimane consecutive (118 sono invece le settimane complessive di permanenza nelle chart)) entrando quindi nella Top5 dei dischi rimasti più a lungo in vetta.

"Sono felice di questa certificazione, spiega Cremonini, perché Squerez è un album che porterà per sempre un messaggio positivo. La forza della melodia e la voglia di emergere, sono invincibili. Fu un album sinceramente giovane e vero che scrissi quando ero adolescente. Il primo a dare voce a una generazione intera che aveva assorbito attraverso la musica i grandi cambiamenti positivi di quel periodo. Il successo oggi per me è essere di ispirazione per chi muove i primi passi nel mondo della musica".

Cesare Cremonini pubblicherà il prossimo 1 dicembre "Let them talk" - Ogni canzone è una storia (Mondadori), un libro in cui la musica diviene, attraverso le sue parole, racconto delle sue canzoni e della sua vita, del passato ma anche del presente e del futuro, di una generazione e del suo modo di pensare, di Cremonini ma anche di tutti noi.

«Faccio canzoni solo quando trovo un punto di incontro. Con vite devastate, vissute fino in fondo. Con gli uomini e le donne che hanno già amato, sofferto e dato. Anche se le mie canzoni restano sospese in un sentimento leggero, che tende alla gioia, è proprio in quelle vite che trovo l'interlocutore ideale, nel punto di contatto in cui siamo fragili. È lì che finiamo per somigliarci tutti. Così questo libro non cercherà di raccontare le mie diversità, ciò che mi rende unico per i dolori vissuti o per le fortune e i successi. Al contrario. Questo libro è nato, come tutte le mie canzoni, per far incontrare, e stringersi in un abbraccio, la mia storia con le storie di chi vi entra o ci passa accanto per caso. Le canzoni sono piene di metafore convincenti, ma quella che preferisco è già qui, la state leggendo. Anche Tu, come Me».

Cesare Cremonini racconta così lo spirito di questo libro, con un invito ai lettori ad abbandonarsi al suo mondo per riconoscervi, forse, anche il loro. Cremonini è stato, fino a questo libro, uno dei misteri meglio custoditi della musica italiana. Di lui conoscevamo soprattutto le canzoni, l'ironia e la riservatezza.

Lo sfondo di questo racconto sono i famosi colli bolognesi e le strade segrete di un'Emilia Romagna divertente, sexy, generosa di forme e tollerante nell'animo, fertile vivaio di grandi talenti e campioni. Proprio a questa terra appartiene il genio artistico di Aldo Drudi, poliedrico designer che ha creato la copertina di Let them talk.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti