Being Leonardo da Vinci. An impossible interview
Being Leonardo da Vinci. An impossible interview
Lifestyle

Essere Leonardo da Vinci, Miami-Napoli e ritorno

Dopo il successo negli States, lo spettacolo teatrale di Massimiliano Finazzer Flory rientra in patria. Ma presto sarà di nuovo oltreoceano

Dall'Italia agli States con ritorno. Dopo il grande successo raccolto in terra americana, lo spettacolo teatrale Essere Leonardo da Vinci. Un'intervista impossibile del regista e attore teatrale Massimiliano Finazzer Flory rientra in patria: il 10 febbraio è in scena a Napoli, al Museo Diocesano in occasione della Mostra I Salvator Mundi per Napoli, e il 17 febbraio sarà al Teatro Regio di Parma

Massimiliano Finazzer Flory ha però ancora nelle orecchie gli applausi incassati oltreoceano. Being Leonardo da Vinci. An impossible interview, in lingua inglese e in lingua rinascimentale, a Miami ha appena ottenuto standing ovation e sold out al prestigioso New World Symphony America's Orchestral Academy. Presenti alla serata autorità e vip americani tra cui il direttore artistico Michael Tilson Thomas, Lady Mc Cormick, Neumann Beth, Javier Rodriguez, Lizzette Kattan ma anche imprenditori italiani di successo come Ugo Colombo e la console italiana Gloria Bellelli, che per l'occasione ha celebrato il 25° Anniversario del Consolato Generale italiano a Miami.

Il genio del Rinascimento, quel Leonardo da Vinci che in America è amato quanto e forse più del nostro Paese, è apprezzato come simbolo e sintesi di quell'intelligenza creativa e connettiva che funziona così bene negli Stati Uniti. E infatti a Miami Massimiliano Finazzer Flory presto tornerà con il suo Leonardo per Art Basel nella versione cinematografica.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti