I lavori più stressanti del 2015
iStock
I lavori più stressanti del 2015
Economia

I lavori più stressanti del 2015

Responsabilità, pericolosità e incertezza economica sono fra le variabili che impattano negativamente

La ricerca

Il livello di stress di cui un lavoratore fa esperienza è stato calcolato tenendo conto di alcuni parametri come le scadenze da rispettare, il numero di ore lavorate, ma anche le condizioni di pericolo e la frequenza con cui bisogna fare i conti con queste variabili. Ecco, dunque, quali sono le dieci professioni più critiche identificate dal sito di ricerca del personale CareerCast e pubblicate da Business Insider.

1 – Pompiere

Affrontano situazioni pericolose e imprevedibili nella loro quotidianità, passando da incendi a emergenze mediche a disastri naturali. Le proiezioni danno la professione in crescita del 7% entro il 2020, a fronte di uno stipendio medio di 45mila dollari e un livello di stress particolarmente alto, stimato a 71.5.

2 – Militare

Con un livello di stress di 70.78 e un compenso medio annuale di 29mila dollari, i militari di carriera conducono un’esistenza dominata da responsabilità e pericolo.

3 – Generale

A fronte di un compenso annuale che si attesta su 196mila dollari e di un livello di stress stimato di 63 punti, chi comanda le operazioni militari deve affrontare situazioni particolarmente critiche e deve prendersi la responsabilità per le persone che comanda. 

4 – Pilota di aereo

Oltre alle difficoltà legate alla tipologia di professione, i piloti sono responsabili per la sicurezza di migliaia di persone ogni mese. Il tutto, senza contare le variabili esogene che hanno segnato recentemente la storia dell’aviazione. Stipendio medio: 98mila dollari, livello di stress stimato: 60.46.

5 – Poliziotto

Impegnati a proteggere i cittadini e a servire la propria comunità, i poliziotti devono continuamente affrontare nuove sfide, come i recenti casi di cronaca dimostrano. Il livello di stress della categoria sfiora quota 51 punti, a fronte di un reddito medio di 57mila dollari

6 – Attore

Oltre a sopportare lo stress di esibirsi davanti a un pubblico, un attore a tempo pieno deve anche fare i conti con la volatilità della propria professione, sottoposta ad audizioni, viaggi e delusioni. Stipendio medio annuale: 46mila dollari.


7 – Cronista

Apparire dietro a una telecamera a o a un microfono può essere decisamente impegnativo. Soprattutto in considerazione di prospettive di crescita del tutto limitate: +2% entro il 2020. 

8 – Coordinatore di eventi

Le proiezioni di crescita sono incoraggianti (+33% entro il 2020) come pure lo stipendio che, in media, supera 45mila dollari, ma il livello di stress è elevato, perché gli organizzatori devono rispettare scadenze, coordinare gruppi di partecipanti eterogenei e gestire numerose variabili e imprevisti. 

9 – Fotoreporter

Le immagini più impattanti che si vedono sui media sono frutto del lavoro sempre più rischioso dei fotografi. Il livello di rischio percepito per la professione è di 49.22 punti.

10 – Giornalista

I rischi della professione non sono compensati sul fronte economico. La professione giornalistica, infatti, è caratterizzata da stipendi bassi (la media negli Stati Uniti si aggira su 37mila dollari l’anno), dalla minaccia di licenziamenti e da continue scadenze. Come se non bastasse, le proiezioni di crescita sono fortemente negative: -13% entro il 2022. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti