Eicma 2013
Ansa/Stefano Porta
Eicma 2013
Economia

Eicma 2014, 5 cose da sapere

Novità, numeri e tendenze dell'Esposizione mondiale del motociclismo che tocca 100 anni di vita. A Milano dal 4 al 9 novembre

Mentre Milano Auto Show ha il futuro sempre più incerto, Eicma festeggia il suo centenario.
Negli ultimi cinque anni la produzione mondiale di due ruote a motore è cresciuta del 39%, anche se l'Europa accusa un calo del 54%. Ciò non impedisce al capoluogo lombardo di rimanere la capitale del settore, almeno durante l'Esposizione mondiale del motociclismo, alla sua 72sima edizione e al secolo di vita.
Eicma nasceva infatti nell'aprile 1914. "Siamo la fiera più longeva, c'è solo una fiera di mucche negli Stati Uniti che supera Eicma", scheza soddisfatto il direttore generale Pierfrancesco Caliari. "I nostri marchi sono sintesi dell'Italia: design, cultura, capacità di fare impresa anche nei momenti difficili".

Eicma si svolgerà a Fiera Milano a Rho dal 4 al 9 novembre (i primi due giorni riservati a stampa e operatori). Oltre mille gli espositori confermati dei quali il 36% proviene dall'estero.

Ecco 5 cose da sapere sul più grande evento dedicato alle due ruote.

Le novità di Eicma 2014

20 sono le world premiere previste.
Tra le novità dell'edizione il progetto "100 anni di storia verso il futuro", messo in piedi grazie ad Automotoclub Storico Italiano, ovvero un'area espositiva all'interno della quale si potrà fare un salto nel passato, ammirando i mezzi che sono diventati leggendari entusiasmando intere generazioni. In ciascun padiglione, inoltre, diverse aziende metteranno in evidenza il percorso compiuto fino a oggi.
L'altra iniziativa inedita è il Temporary Bikers Shop, realizzatato in collaborazione con Subito.it, portale per la compravendita online dell'usato. Sarà possibile trovare grandi marchi proposti a prezzi d'occasione, dall'abbigliamento alle borse, dai caschi agli pneumatici, dai ricambi ai componenti. Si tratta di un vero e proprio outlet per il motociclista. Il temporary store permette da un lato di offrire buone occasioni al pubblico, dall'altro di sostenere le aziende e i dealer, in un momento di difficoltà, dando loro la possibilità di alleggerire i magazzini dai prodotti delle passate stagioni.

Le conferme: dal Fuori Salone all'Eicma Custom

Si confermano il Fuori salone, che animerà tutta la settimana con eventi sparsi per Milano, e le varie aree speciali come Eicma Custom, dedicata alla personalizzazione, dove saranno presenti vere e proprie opere d'arte, gioielli di altissimo artigianato, pezzi unici, aziende leader del settore, personaggi di calibro internazionale e atmosfera di ispirazione rock’n roll.
Ecco anche The Green Planet, con le proposte di veicoli elettrici, e l'Area Sicurezza, con l'avanguardia dei prodotti in materia di sicurezza stradale.

MotoLive compie dieci anni

Anche per MotoLive è tempo di compleanni. L'area esterna tocca la decima edizione e promette spettacolo ed esibizioni dal vivo.
Come consuetudine sarà decretato il vincitore assoluto dell'SX European Championship, titolo che si assegna in gara unica. Tra le altre discipline: Quad Race, Internazionali d'Italia SuperMoto Series, Internazionali d'Italia Supercross. Darà spettacolo il pluricampione del mondo di trial Toni Bou. Non mancheranno le aree destinate a test ride e riding school.
Eicma for Associazione Prometeo onlus sarà l'evento racing con finalità benefica e vedrà sfidarsi dieci squadre in una staffetta di quad, supermoto e minicross.


I numeri di Eicma

In cento anni Eicma ha occupato 2 milioni di mq di superficie, ha coinvolto 28.722 espositori per 40 Paesi di provenienza. Ha mostrato 5 mila anteprima mondiali; 3.200 i piloti che si sono esibiti in MotoLive, 86 le gare disputate, 25 milioni il numero dei visitatori, ovvero l'equivalente della popolazione complessiva di Austria, Svizzera e Portogallo messe insieme.

Le due ruote in Italia, in attesa dello scooter sharing

Negli ultimi cinque anni l'Italia, nonostante un calo del -52% (-54% il dato europeo), rimane il primo produttore europeo di di due ruote a motore.
Anche la produzione europea di biciclette è calata dal 2007. Fa eccezione l'Italia, dove nel 2013 la produzione di bici è cresciuta del +22% rispetto al 2012.
Nonostante la crescita dell'export, la bilancia commerciale europea di due ruote a motore è rimasta negativa per -4,7 miliardi di euro. In Italia invece il saldo della bilancia commerciale nel 2013 è stato positivo per +1 miliardi di euro. Questo dato pone l'Italia al terzo posto al mondo (dietro alla Cina e al Giappone) per saldo attivo della bilancia commerciale a valore.
In Europa circolano circa 32 milioni di ciclomotori e motocicli, di cui 8,6 milioni solo in Italia. Alla flotta di due ruote a motore si aggiungeranno presto quelli del nuovo servizio di scooter sharing di Milano. Lo ha annunciato l'assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran, che dopo il bike sharing e il car sharing per il 2015 apre alle moto: saranno circa mille le unità.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti