Moda: ecco chi sono i 15 campioni del Made in Italy

Ma la Francia è irraggiungibile: le big italiane valgono assieme meno di LVMH (Louis Vuitton)

Moda: 'Italiana', in mostra 30 anni made in Italy a Milano

Alcuni degli abiti esposti in mostra a Palazzo Reale di Milano. Milano, 22 febbraio 2018 – Credits: ANSA /Michela Nana

Massimo Morici

-

I colossi vincono anche nella moda. Uno dei principali ambasciatori del made in Italy assieme al food, il fashion tricolore sta vivendo un processo di consolidamento. I primi 15 gruppi in Italia hanno un peso sempre più importante nel settore, stando all'ultimo rapporto di Mediobanca dal 2012 al 2017: valgono il 53 per cento del fatturato (oltre 30 miliardi su 66 miliardi realizzati dalle 146 aziende italiane con un fatturato superiore a 100 milioni), il 67% degli utili e il 63% della forza lavoro.

I grandi del fashion

Ma chi sono i big della moda italiana. Al primo posto per fatturato nel 2016 si piazzava Luxottica (9 miliardi di euro di fatturato); dietro Prada (3,1 miliardi) e Armani (2,5 miliardi). Sotto il podio Calzedonia (2,1 miliardi), OTB (1,6 miliardi), Max Mara (1,4 miliardi), Ferragamo (1,3 miliardi), Safilo (1,2 miliardi), Zegna e Valentino (entrambe a 1,1 milardi), e il quartetto Benetton, Geox, Moncler e Tod's (tutte a 1 miliardo).

La carica degli stranieri

Sette di questi gruppi sono quotati in Borsa: Luxottica, Prada, Salvatare Ferragamo, Safilo, Geox, Moncler, Tod's. Due sono controllati da gruppi esteri: Valentino, in mano al Qatar, e Safilo controllata da una holding olandese.

A questi andrebbero aggiunti Gucci e Bottega Veneta, che sono francesi, dopo l'acquisto da parte del colosso Kering. Sul fronte opposto c'è Moncler, marchio francese passato all'Italia.

moda_francia_italia

Il confronto con la Francia

Al pari del vino e del food, anche in questo campo il rivale dell'Italia è la Francia. Nel confronto tra le prime 15 aziende italiane e francesi, le aziende d'oltralpe fatturano e crescono di più e sono più redditizie, mentre le italiane risultano più solide e molto più liquide.

Il giro d'affari delle top 15 francesi è pari a 76,9 miliardi, oltre il doppio di quello delle principali 15 aziende italiane della moda, ma è più concentrato: ad esempio, il gruppo LVMH con i suoi 37,6 miliardi di euro di fatturato vale da solo circa la metà del giro d'affari francese e più di tutto le 15 top italiane della moda.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il Made in Italy alimentare è in salute (e non teme Amazon)

Gli italiani e il cibo? Un rapporto d'amore, anche online. Parla il CEO di Cortilia, il servizio Web per l'acquisto di prodotti agroalimentari

Green George, eccellenza made in Italy da calzare

Spirito british, esperienza marchigiana, ossessione per la qualità. Così queste scarpe sono arrivate a calpestare mezza Europa

Il lusso made in Italy, impegno e bellezza

Moda, motori, gioielleria. Isaia, Lamborghini, Vhernier. Da New York per This Is Italy parts unknown le storie di chi fa business di successo

I numeri del business della moda islamica

230 miliardi di dollari di giro d'affari nel 2014, destinati a raddoppiare entro il 2020

Commenti