Stephen Lam/Getty Images
Economia

Apple, ricavi in frenata: iPhone non tira più

Il mercato si sta saturando e non ci sono nuovi device in grado di sostituire il prodotto che ha cambiato la storia della tecnologia

I risultati del trimestre fiscale di Apple, diffusi ieri sera dall’azienda di Cupertino, rivelano un fatto con il quale prima o poi Tim Cook e i suoi dovevano pensare di fare i conti: le vendite dell’iPhone non possono sempre crescere a due cifre.

In questo trimestre, il primo dell’anno fiscale 2016, chiuso il 26 dicembre, le vendite dell’iPhone sono aumentate meno dell’1%, anno su anno.

Si tratta, lo intuisce anche un profano, della crescita più bassa per il telefono bestseller che ha cambiato, tra l’altro, il modo con cui il mondo usa la comunicazione interpersonale, internet e la fotografia.

Particolare fondamentale, l’iPhone è anche il prodotto che pesa per circa due terzi dei ricavi di Apple.

Le previsioni di vendita dell’azienda sono inoltre orientate verso una debolezza che dovrebbe portare in uno dei prossimi quarter al primo segno meno nei ricavi dell’ultimo decennio e più.

Mercato saturo
Insomma, è chiaro come Apple sia davanti a un mercato quasi saturo per Iphone (ma anche per iPad e i Mac), che non sia riuscita a trovare un altro prodotto che almeno in parte sostituisca il ruolo trainante di iPhone (ma qualcuno pensava che fosse possibile?).

Certo ci sono la Apple Tv, il servizio di streaming musicale, perfino, all’orizzonte, una Apple car. Ma è chiaro che nell’immediato in Apple ora guardano soprattutto al lancio dell’iPhone 7, che avverrà nel corso di quest’anno.

LEGGI ANCHE: iPhone 5SE, cosa c'è di vero

Il dollaro forte
Secondo Luca Maestri, chief financial officer, dell’azienda di Cupertino, parte del risultato relativo al fatturato, è dovuto al rafforzamento del dollaro sui mercati. Un impatto che Maestri stima in 5 miliardi di dollari solo per questo trimestre. Se si prendono 100 dollari incassati da Apple all’estero nel settembre 2014, in questo trimestre si sono tradotti in soli 85.

Numeri del quarter 1 Fy 2016
Nel primo trimestre dell’anno fiscale 2016, Apple ha venduto 74,8 milioni di iPhone, praticamente senza crescita rispetto ai 74,5 milioni venduti un anno fa.

Il fatturato è stato di 75,9 miliardi di dollari, pari a una crescita dell’1,7% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. Gli analisti a Wall Street avevano previsto revenue per 76,6 miliardi.

I profitti sono comunque cresciuti, arrivando a 18, 4 miliardi di dollari, erano 18.

Previsioni
Per il trimestre in corso, Apple prevede un fatturato fra i 50 e i 53 miliardi. Si tratterebbe di un calo rispetto al corrispondente periodo dell’anno prima, quando erano stati di 58 miliardi. E inferiori a quanto stimato da Wal Street.

Il valore delle azioni di Apple è calato del 2,6% dopo l’annuncio dei risultati, chiudendo a $99.99. Le azioni già sono calate dell’11% rispetto allo scorso anno.

[Fonti: The New York Times, Bloomberg Business, The Wall Street Journal]

Apple: ecco i prodotti che salgono (e quelli che scendono)

Apple
Nonostante la modesta crescita registrata nell'ultimo quarto (+1%), l’iPhone si conferma il best seller del catalogo Apple. Nle corso del 2015 la società di Cupertino ha venduto più di 231 milioni di pezzi, contro i 192 milioni del 2014 (+20%). Ad oggi il Melafonino, in tutte le sue varianti, rappresenta circa il 70% dell’intero fatturato di Apple
Ti potrebbe piacere anche

I più letti