I 15 personaggi dell'economia più influenti al mondo secondo Time
Federal Reserve / Alamy
I 15 personaggi dell'economia più influenti al mondo secondo Time
Economia

I 15 personaggi dell'economia più influenti al mondo secondo Time

Tra le 100 personalità più importanti secondo il settimanale inglese, 15 sono figure rilevanti nel panorama economico. Cinque sono donne

Time 100

Tra le cento personalità selezionate da Time come le più influenti al mondo ce ne sono almeno quindici che operano nel campo dell'economia. Sono direttori di banca, Ceo di Startup e compagnie tecnologiche, ricercatori e gestori di fondi di investimento. La vera novità di quest'anno, però, riguarda il numero di donne, cinqueche finalmente riescono a farsi notare in un elenco tradizionalmente dominato da uomini. 

Mellody Hobson

Stephen Brashear/Getty Images

Americana, 46 anni appena compiuti, Mellody Hobson al momento è tra le voci più ascoltate del management di Groupon, Estée Lauder, Starbucks e Dreamwork Animation, , la casa cinematografica fondata nel 2004 da Steven Spielberg. Piace perché è diretta, chi lavora con lei la considera la propria principale fonte di ispirazione, e fiducia. Dice di voler cambiare il mondo insegnando l'abc della finanza a chi non riesce propria a capirla. E Time ritiene che sia abbastanza giovane e determinata per riuscirci. Magari con il supporto del marito-produttore George Lucas, che ha conosciuto in una riunione di lavoro.

Tim Cook

Justin Sullivan/Getty Images

54 anni, Ceo di Apple, azienda che ha preso in mano dopo la scomparsa di Steve Jobs e che, contro ogni aspettativa, Tim Cook ha continuato a far crescere a ritmi straordinari. Per Time è un innovatore coraggioso, un uomo che sta dimostrando come business, profitti e innovazione possano andare di pari passo con l'integrità professionale e offrire anche una risposta alle nuove sfide del pianeta. Come quella ambientale, che il leader della casa di Cupertino ha ormai deciso di fare propria. 

Elizabeth Holmes

Steve Jennings/Getty Images for TechCrunch

A soli 31anni, Elizabeth Holmes è la fondatrice e Ceo di Theranos, compagnia che si offre servizi sanitari innovativi che permettono di realizzare una serie di esami (dai prelievi allo screening per malattie infettive) in tempi rapidissimi e a costi contenuti. Il suo sogno è riuscire ad esportare il modello Theranos nel Terzo Mondo, ed è certamente sulla buona strada per realizzarlo.

Charles e David Koch

NICHOLAS KAMM/AFP/Getty Images

Colonne portanti dell'impero Koch, la multinazionale americana che produce e distribuisce risorse base come petrolio, energia, polimeri, minerali, fertilizzanti, agenti chimici e carta, Charles e David tornano a fare capolino nella classifica di Time come "uomini pieni di idee". Questo perché da sempre si battono affinché l'America continui a garantire libertà, uguaglianza e opportunità per tutti. Hanno fondato centri di ricerca che sono famosi per il loro attivismo "anti-privilegio", e per questo meritano di essere premiati. 

Susan Wojcicki

Susan Wojcicki, Ceo di Youtube Kimberly White/Getty Images for Vanity Fair

46 anni, californiana, Susan Wojcicki è il Ceo di YouTube. La sua straordinaria creatività e la passione per le storie l'hanno aiutata a lanciare quella che è poi diventata una delle piattaforme più utilizzate della rete. Dove Susan non perde occasione per sperimentare nuove forme di comunicazione che lascino a ogni tipologia di utente, dall'accademico all'artista, dal politico, alla mamma, lo spazio per sentirsi "a casa". 

Chanda Kochhar

RAVEENDRAN/AFP/Getty Images

53 anni, originaria di Jodhpur, nel Rajasthan indiano, Chanda Kochhar è il Managing Director di ICIC Bank, la prima banca privata del Subcontinente e la seconda per dimensioni. Questa donna ha cambiato il mondo della finanza nel suo paese, aumentando la fiducia della popolazione nei confronti delle banche ponendosi l'obiettivo di raggiungere con i suoi servizi anche le aree più remote della nazione. Il suo motto? "Non accantonare un obiettivo solo perché credi di non essere in grado di raggiungerlo". 

Reid Hoffman

Justin Sullivan/Getty Images

47 anni, californiano, Reid Hoffman è il co-fondatore di LinkedIn. Ha impostato la sua carriera ponendosi come obiettivo quello di utilizzare i social media in maniera "produttiva", e ci è riuscito, creando uno strumento che, almeno nel mondo anglosassone, ha contribuito notevolmente ad aumentare la mobilità sul mercato del lavoro. 

Janet Yellen

Janet Yellen, presidente della Federal Reserve Usa Win McNamee/Getty Images

68 anni, originaria di New York, Janet Yellen ha sostituito a febbraio 2014 Ben Bernanke alla guida della Federal Reserve americana. Cambiare le regole della finanzia globale non è certo un'impresa facile, e nessuno sarebbe in grado di riuscirci in poco tempo. Ma secondo Time la determinazione con cui Yellen si sta impegnando in tal senso va premiata, assieme alla sua preparazione e alla disponibilità ad ascoltare con attenzione anche le voci più critiche. 

Daniel "Danny" Meyer

Robin Marchant/Getty Images for Cantor Fitzgerald

57 anni, Daniel Meyer è il Ceo dell'Union Square Hospitality Group, un gruppo cui fa capo la popolare catena di hamburger Shake Shack, che vale oggi due miliardi di dollari. Per Mayer il successo non dipende solo da comfort e qualità di pietanze e servizi offerti, ma anche dal livello di soddisfazione dei dipendenti. Che ha sempre considerato la risorsa più importante da valorizzare. 

Lei Jun

ChinaFotoPress/ChinaFotoPress via Getty Images

Lei Jun è uno dei cinesi più conosciuti al mondo. 45 anni, fondatore di Xiaomi, la più grande compagnia tecnologica della Repubblica popolare, questo businessman orientale è stato presentato da Time come il re cinese degli smartphone. C'è chi critica i suoi prodotti perché troppo simili a quelli della mela morsicata, ma gli investitori non sembrano infastiditi da questo dettaglio. Xiaomi vale oggi 46 miliardi di dollari, e continua a crescere. 

Bob Iger

Scott Olson/Getty Images

Ceo di Walt Disney, Bob Iger, 64 anni, è l'uomo che ha restituito alla banda di Topolino il suo antico splendore. L'ha rinnovata e l'ha rilanciata, con investimenti apparentemente rischiosi che si sono poi rivelati vincenti. Regalandole quindi un nuovo futuro di visibilità e successo. 

Satya Nadella

Brian Smale/Microsoft via Getty Images

Americano di origini indiane, Satya Nadella, 47 anni, è da poco più di un anno il nuovo Ceo di Microsoft. Con lui il colosso americano si è dato nuovi obiettivi, e una nuova filosofia. Perché con Nardella il marchio Microsoft sembra non essere più blindato, ma pronto a esplorare le nuove potenzialità del mondo dell'open-source e perché no, anche dei tablet e degli smartphone.

Jorge Paulo Lemann

75 anni, svizzero con origini brasiliane, Jorge Paulo Lemann ha fatto parlare molto di se' quando il suo fondo di investimenti, 3G Capital, ha rilevato Kraft. Altra pedina di un gioco che in pochi anni ha portato nelle mani del "re dei contratti" anche Burger King, Kraft e Tim Hortons, catena canadese di coffee shop e ciambelle. 

Brian Chesky

Suhaimi Abdullah/Getty Images for International New York Times

Ha soltanto 33 anni, e Brian Chesky è già noto in tutto il mondo per essere uno degli imprenditori di ultima generazione più in gamba d'America. La sua piattaforma Airbnb ha rivoluzionato il modo di viaggiare delle persone, che grazie a lui possono spostarsi dove vogliono a prezzi ragionevoli. 

Thomas Piketty

Justin Sullivan/Getty Images

Dalla classifica del Time non poteva mancare l’economista (francese) più chiacchierato degli ultimi anni. Thomas Piketty, con il suo "Il Capitale nel XXIesimo secolo", ha spiegato al mondo da dove derivano i problemi di redditi e disuguaglianza. E ha convinto i leader del pianeta che è arrivato il momento di affrontarli. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti