Ufficio Stampa
popular

Le dieci canzoni più belle di Laura Pausini

La cantante sta tornando con un nuovo album. La nostra classifica delle sue canzoni più coinvolgenti. Da "La solitudine" a "Lato destro del cuore”

La nostra Top 10

Se c’è un merito da riconoscere a questi 20 anni di carriera di Laura Pausini è sicuramente il fatto che le sue canzoni, da sempre, raccontano della sua vita.

Della sua vita da adolescente, prima, con delusioni d’amore che sembrano diventare il motivo di una personale sconfitta. Della sua vita da ragazza italiana in giro per il mondo che, di fronte a culture differenti dalla sua chiede, è propositiva, impara, sa riconoscere un proprio sbaglio.

Della sua vita da donna, che scopre una propria femminilità (e sensualità) e non ha più paura di mostrarla e farla diventare un’arma. Della sua vita da donna come tutte le altre, che è finalmente felice e che trova nella maternità (così tanto sperata) uno dei motivi per chiedersi “Quale destino è destinato a noi?”. Insomma, prima di essere il racconto della vita "della Pausini”, sono esse stesse “Laura”. 

Per questo motivo, tra le dieci canzoni più belle ne abbiamo inserite alcune che sono diventate delle vere e proprie hit internazionali, testimonianza del suo continuo valicare i confini, passando dal Sudamerica, dove è una vera e propria superstar, a Russia e Australia.

Non mancano però anche altri brani che, invece, sono semplicemente il riflesso di nuove consapevolezze. E che raccontano i passi più importanti fatti dalla regina del pop italiano.

Una new entry di questa classifica è Lato Destro Del Cuore, brano scritto per lei dall'amico Biagio Antonacci, che anticipa il prossimo album di inediti, "Simili" (in uscita il 6 novembre). 

10) La Solitudine (1993)

È la canzone che l'ha resa famosa in tutto il mondo. Ma soprattutto è la canzone che le ha permesso di vincere la categoria "Nuove proposte" del Festival di Sanremo del 1993. A questo brano Laura deve tutto. E non è un caso che l'abbia voluto tradurre in altre lingue, facendolo conoscere davvero a tutti. L'anno successivo alla vittoria sanremese, è stata rilasciata la versione spagnola (La soledad) e nel 2005 quella inglese (La solitudine/Loneliness). Nel suo Greatest Hits uscito due anni fa, Laura ha deciso di far riarrangiare questa canzone storica al maestro Ennio Morricone!

9) La geografia del mio cammino (2008)

Di questa canzone - inserita nell'album "Primavera in anticipo" - non è mai stato realizzato un videoclip ufficiale. Prima di cantarla, durante una data del World Tour 2009, la stessa Laura spiega la canzone: "Sono tanti anni che faccio viaggi. Viaggio e conosco persone. E attraverso questi viaggi provo a conoscere anche me stessa. Credo sinceramente che le persone sono fatte dalle mani che si danno, dalle promesse che si legano. E credo che l'amicizia sia un valore assoluto oggi, nel mondo e nella nostra anima. La prossima canzone è dedicata a tutte le persone che hanno coraggio". 

8) Incancellabile (1996)

Questa è una di quelle canzoni che raccontano meglio di altre la prima-Laura. Il videoclip della canzone è stato registrato sulla cima di un cratere di un vulcano spento in Islanda e ne è stata fatta una versione in spagnolo (Inolvidable), e una in portoghese (Inesquecìvel).

7) Benvenuto (2011)

È il primo singolo che anticipa l'album "Inedito" (uscito l'11/11/2011), dopo la pausa di due anni fatta dall'artista. La canzone è stata composta dalla stessa Laura insieme al suo compagno Paolo Carta, ed è stata scritta da Niccolò Agliardi. Il testo è un'esplosione di ottimismo e anche l'atmosfera del videoclip (girato ad Amsterdam) sprizza gioia e positività. Tra le parti più belle della canzone, la frase: «Benvenuto a un pianto che commuove/ad un cielo che promette neve/benvenuto a chi sorride, a chi lancia sfide/a chi scambia i suoi consigli coi tuoi».

6) Lato Destro Del Cuore (2015)

Questa nuova ballad scritta da Biagio Antonacci è il singolo che la Pausini ha scelto per lanciare il suo nuovo album di inediti, "Simili", in uscita il prossimo 6 novembre. La cantante ha spiegato: "Il lato destro del cuore è il lato più nascosto, il più tenebroso e vulnerabile ma anche il più vero secondo me; è quello da andare a scoprire sempre, perché si sposta in base alla tua energia, alla tua forza e alla tua volontà; è tutto il mistero, il peso e contrappeso di quello spazio meraviglioso che abbiamo nel nostro corpo. Una parte del cuore che solo completandosi da un senso alla vita e all’amore". 

5) Surrender (2002)

Si tratta del singolo che lancia il primo progetto discografico di Laura negli States ("From the Inside"). Nonostante arrivi subito al primo posto nella classifica Billboard Dance/Club Play Songs, il destino di questo album non è dei migliori: la casa discografica americana vuole pubblicizzare il disco come un prodotto dance. Laura si rifiuta ("Il mio è un disco pop", diceva) e torna a casa, abbandonando - momentaneamente - il progetto-America.

4) Vivimi (2004)

Appartiene all' album "Resta in Ascolto", è stata scritta da Biagio Antonacci ed è stata una della canzoni più premiate a livello internazionale, in tutta la carriera di Laura. Il videoclip girato a Venezia ci fa scoprire una Laura Pausini sensuale e inedita. È un atto d'amore puro, totale.

3) Resta in ascolto (2004)

Questo è l'album della svolta personale e musicale di Laura. È il suo settimo album e arriva in un momento particolare della sua vita. Tutte le canzoni dell'album sono caratterizzate da un suo atteggiamento nuovo di fronte all'amore, tema che da sempre aveva raccontato con semplicità e - a volte - leggerezza. In Resta in ascolto non c'è spazio per il romanticismo fine a se stesso. C'è fatica, dolore, rabbia, volontà di mandare a quel paese la persona che l'ha fatta soffrire. E il video girato a Los Angeles (senza controfigure per scelta della stessa Laura) conferma questa novità.

2) Se non te (2013)

Se non te è la storia di un amore sincero, quello tra i genitori di Laura, da sempre visto dall'artista con ammirazione e anche un po' di (sana) invidia. Dopo la nascita della figlia Paola, Laura Pausini decide di tornare all'origine. Ripercorre la loro storia d'amore, immedesimandosi in chi l'amore oggi l'ha trovato, e desidera gridarlo a tutti. Piccola nota tecnica: l'acuto finale della canzone emoziona davvero. 

1) Bastava (2011)

Bastava è la terza traccia di Inedito ed è stata scritta da Niccolò Agliardi. È una canzone intima che parla di un amore terminato. E che nel ricordare i momenti passati insieme, riconosce che tutto quello che un tempo sembrava poco, in realtà era sufficiente. Bastava, appunto. Il videoclip presenta Laura in diverse vesti e ne porta un'immagine realistica e decisamente elegante. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti