Komikazen 2015: fumetto e crisi economico-politica
Gianluca Costantini, Elettra Stamboulis
Komikazen 2015: fumetto e crisi economico-politica
Cultura

Komikazen 2015: fumetto e crisi economico-politica

Il Festival internazionale del fumetto di realtà di Ravenna e la rappresentazione dei problemi economici e politici internazionali

L'undicesima edizione del festival Komikazen, curato da Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini, si terrà a Ravenna dall'8 al 12 ottobre 2015. Il tema di quest'anno è di particolare attualità: la rappresentazione della crisi economico-politica nel fumetto e nell'illustrazione, come strumento di conoscenza, riflessione e approfondimento.

La mostra principale sarà La linea della crisi – 55 disegnatori greci raccontano la crisi greca (Cantine di Palazzo Rava, dal 9 al 25 ottobre), che raccoglie le opere apparse nell'inserto fumettistico del giornale Efimerida Ton Syntakton, una cooperativa di giornalisti nata in reazione al collasso dei media ellenici. La mostra è occasione per il visitatore italiano tanto di dare uno sguardo alla questione dall'interno, quanto di farsi un'idea di una produzione creativa che raramente raggiunge la nostra nazione.

712501

Le altre esposizioni saranno Decolonial Love, personale di Kara Sievewright, e “Come il colore della terra”, mostra delle tavole e presentazione del libro di Marco Gastoni e Nicola Gobbi (segnalazione), accomunate dal sentimento di rivalsa di minoranze oppresse e da una sensibilità ambientalista.

L'autore statunitense Ted Rall, conosciuto sopratutto per la sua satira politica contro la cultura del terrore e l'esportazione del sogno americano, terrà un laboratorio a numero chiuso e parteciperà a un incontro con l'attivista brasiliano Carlos Latuff.

712502

Non mancheranno altri dialoghi che si preannunciano interessanti, dall'uso della comunicazione visiva nel giornalismo ad incontri e approfondimenti con gli autori greci. Segnaliamo in particolare l'intervista ai vignettisti Khalid Albaih e Cem Dinlenmis, rispettivamente sudanese e turco, sulla rappresentazione dell'Islam e l'incontro tra Lucia Biagi (autrice di “Punto di fuga”, intervista) e Alessia di Giovanni (sceneggiatrice di “Piena di niente”) che parleranno invece di aborto, tema dei loro libri.

Sul sito della manifestazione sono presenti, oltre al programma completo, anche alcune schede di approfondimento sugli autori presenti.

Si ringrazia Nicola D'Agostino per la collaborazione nella realizzazione dell'articolo.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti