zerocalcare-macerie-prime-00
Fumetti

'Macerie prime', il nuovo fumetto di Zerocalcare

Quando in un modo o nell'altro ci si ritrova adulti

"Macerie prime", edito da Bao Publishing, è il nuovo libro a fumetti di Zerocalcare che, dopo aver ritratto l’infanzia, l’adolescenza e la giovinezza, riprende il suo racconto di ispirazione autobiografica per parlare della condizione dell’attuale generazione di trenta-quarantenni.

1248776

L’amico acchiappone che si sposa, l’amica laureata che non trova un lavoro decente, quello che invece si ritrova a fare una professione per cui non è preparato, la coppia di eterni fidanzati: i personaggi già conosciuti nelle storie precedenti tornano cresciuti o semplicemente invecchiati. Portano avanti la loro vita ma, in un modo o nell’altro, tutti vivono l’età adulta con difficoltà, tra aspettative disattese e fragilità emotiva.

A Zero le cose stanno andando meglio che agli altri: dopotutto si è potuto prendere un appartamento più grande che ha perfino la stanza per gli ospiti e che tutti gli invidiano. Non per questo è sereno: dopotutto ha tanti “accolli”, impegni sgraditi che in buona parte gli vengono appioppati in virtù della sua notorietà. I sensi di colpa o di responsabilità non gli permettono di evitarli, anche quando rischiano di minare quel sistema di valori che costituisce la sua stessa identità.

1248773

Tra i capitoli della storia se ne insinua un’altra parallela, fantastica e post-apocalittica, popolata da demoni e da naufraghi. Due enigmatiche figure osservano e studiano, valutando l’attitudine all’aggressione e alla sopravvivenza degli altri abitanti del loro paesaggio desolato.

Il libro monta un efficace crescendo di tensione portando i personaggi sull’orlo di qualcosa, che sia un tracollo o l’occasione di costruire qualcosa, e dà appuntamento al prossimo volume, che impone sei mesi di pausa tanto alla storia quanto al lettore.

1248780

“Macerie prime” di Zerocalcare è un volume cartonato di 192 pagine in bianco e nero. È pubblicato da Bao Publishing che lo propone a 17 Euro.


Si ringrazia Nicola D'Agostino per la collaborazione nella realizzazione dell'articolo.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti