Chi era Georges Wolinski, il vignettista ucciso nella strage del Charlie Hebdo
EPA/GUILLAUME HORCAJUELO
Chi era Georges Wolinski, il vignettista ucciso nella strage del Charlie Hebdo
Cultura

Chi era Georges Wolinski, il vignettista ucciso nella strage del Charlie Hebdo

Tre le vittime dell'attacco terroristico a Parigi c'è anche uno dei disegnatori più famosi del mondo: attualmente era capo redattore di "Charlie Mensuel"

C'è anche uno dei disegnatori e vignettisti più famosi d'Europa tra le vittime dell'attacco terroristico alla rivista Charle Hedbo, a Parigi. Il suo nome è Georges Wolinski, nato a Tunisi nel 1934. Wolinski ha raggiunto una grande popolarità fin dagli anni Sessanta grazie al suo stile inconfondibile, basato su un'ironia caustica, densa di doppi sensi. Spesso è stato definito l'umorista del sesso. A ragione, visto che buona parte della sua satira era dedicata a pratiche sessuali e perversioni.

Wolinski ha debuttato come disegnatore all'inizio degli anni Sessanta per la rivista Hara-Kiri. A seguire, gli incarichi presso Action, Paris-Presse, Hara-Kiri Hebdo, l'Humenité e Paris Match. Attualmente era capo redattore di Charlie Mensuel.

Molte le sue dichiarazioni celebri riprese dai media francesi nel corso dei decenni. Una delle più gettonate era: "Un disegnatore è sempre in cerca di idee, come un maiale è sempre in cerca di tartufi".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti