Rita Fenini

-

Ha preso il via al Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto un vero e proprio ciclo di mostre, riunite sotto il titolo “Sguardi sulla Prima guerra mondiale”, che proporranno foto storiche e contemporanee scelte per la loro qualità formale e per la capacità di mostrare una realtà ricca di elementi, di segni e di nessi tra tempi diversi.

La prima di queste, inaugurata venerdì 30 gennaio (visitabile fino al 19 aprile), è intitolata “Attesa. Sul fronte dolomitico della Grande Guerra”: una suggestiva raccolta di scatti del fotografo parmigiano Fabio Pasini.

Il suo sguardo si è concentrato su alcuni luoghi simbolo del fronte italo-austriaco, in particolare quello dolomitico: luoghi selvaggi e meravigliosi, scenari che incantano, oggi come un tempo, ma che cent'anni fa si trasformarono in teatri di atrocità.

- LA PRIMA GUERRA MONDIALE, 100 ANNI: IL NOSTRO SPECIALE

L’autore ha scelto di rappresentare questo mondo con il mezzo più semplice possibile, il foro stenopeico: nessuna lente, nessun mirino, solo un piccolo foro attraverso il quale la luce impressiona la pellicola. Questa e le successive mostre saranno ospitate in uno spazio dall' atmosfera particolare, l' ’interno del torrione Malipiero del Castello di Rovereto. L' evento è stata realizzato con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Provincia autonoma di Trento e rientra nel programma ufficiale per le Commemorazioni del Centenario della Prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale 


“Attesa. Sul fronte dolomitico della Grande Guerra”
Fino al 19 aprile 2015

MUSEO STORICO ITALIANO DELLA GUERRA
Via Castelbarco, 7
38068 Rovereto (TN)
Tel 0464 438100 | Fax 0464 423410

© Riproduzione Riservata

Commenti