10 libri in uscita a marzo
Robertsrob/iStock/Thinkstock
10 libri in uscita a marzo
Cultura

10 libri in uscita a marzo

Marzo si presenta all'insegna delle donne, della narrativa italiana e dei buoni thriller: ecco i dieci libri in uscita questo mese

Ecco 10 libri che troveremo da questo mese in libreria:

1) Ivano Fossati, Tretrecinque di Einaudi (dal 4 marzo):

Tuttofare in un albergo di via Cernaia a Torino, chitarrista in modeste orchestrine che girano l'Europa, accompagnatore di cantanti famosi nell'Inghilterra degli anni Sessanta, uomo troppo ricco e troppo solo nell'America dell'11 settembre: la vita straordinaria di un italiano che resta tale anche quando viene scagliato lontano nel mondo. Distaccato e sveglio, sboccato e in buona misura cinico, sempre simpatico, Vittorio Vicenti è uno che va per le spicce, nella vita e con le donne. 335 è la sua storia, cosi come ce la racconta lui. Gli anni più scintillanti e quelli più scriteriati e difficili. Dall'età della scuola, nel Piemonte degli anni Cinquanta, agli Stati Uniti del 2010. Un'esistenza segnata da un'infanzia che non è stata infanzia, trascorsa solo col padre, ma soprattutto da uno straordinario talento musicale e da una chitarra elettrica, la Gibson 335 rossa, di cui diventa, forse suo malgrado, un virtuoso.

2) Giuseppina Torregrossa, La miscela segreta di casa Olivares , edizioni Mondadori (dal 4 marzo) :

Nel cuore di Palermo, sotto l'appartamento abitato dalla famiglia Olivares, batte il cuore di un drago fiammeggiante: si chiama Orlando, è la macchina che tosta e macina il caffè giunto da ogni parte del mondo riempiendo la putìa di profumi intensi... E nella torrefazione che cresce Genziana, il più bel fiore degli Olivares, nella certezza che il futuro non riservi sorprese perché sua madre - sensuale orchestratrice della vita di tutta la famiglia - sa prevederlo leggendo i fondi di caffè. Ma proprio quando Genziana si appresta alla fioritura della giovinezza irrompe la guerra, e con essa il lutto e la fame...

3) Philipp Meyer, Il figlio , edizioni Einaudi (dal 4 marzo):

Il figlio ripercorre centocinquant'anni di storia, dai raid dei Comanche nell'Ottocento al boom petrolifero del ventesimo secolo, attraverso le vicende della famiglia McCollough. Tre generazioni, tre personaggi intrecciano le loro voci in una narrazione che è al contempo affresco epico e ritratto intimo: Eli, "il colonnello", né indiano né bianco, né civilizzato né selvaggio, che scoprirà di non appartenere ad altri che a se stesso; Peter, colto e riflessivo, che nelle pagine del suo diario fa i conti con il passato violento del padre; e infine Jeannie, nipote di Peter, figura straordinaria di donna sola e fortissima. Grazie a lei i McCollough conosceranno la ricchezza e il potere, ma anche lo spettro terrorizzante della fine. Un romanzo spietato, violento, intensissimo.

4) Danielle Steel, I peccati di una madre , edizioni Sperling & Kupfer (dal 4 marzo):  

Per il suo settantesimo compleanno, Olivia Granson, donna di successo proprietaria di un impero commerciale che vanta negozi in tutto il mondo, ha deciso di riunire la famiglia per una splendida crociera nel Mediterraneo. Un gesto generoso con il quale vuole dimostrare l'amore per i suoi cari e farsi perdonare le infinite volte in cui ha trascurato gli affetti a causa del lavoro. Sembra l'occasione perfetta per ricominciare, ma i figli non hanno mai smesso di rinfacciarle le numerose assenze. Ora la famiglia è divisa tra profondi rancori e vecchi segreti. Riuscirà Olivia in una sola estate a farsi perdonare le colpe di una vita?

5) De Cataldo, De Silva, De Giovanni, Lucarelli, Giochi criminali , edizioni Einaudi (dall'11 marzo):

Quattro personaggi per quattro scrittori. Giancarlo De Cataldo, "La professoressa Emma Blasi": Emma Blasi non si è mai sposata perché il suo grande amore è il barone Mallarmé. Ma a lui non piacciono le donne. E quando lo ritrovano impiccato... Una vicenda ambientata in una terra di accaniti pokeristi e di grandi bari. Maurizio De Giovanni, "Il commissario Ricciardi": lei diceva che glieli sussurravano i morti, i numeri; che vendeva la verità. Finché qualcuno le ha aperto la testa, forse per vedere se dentro c'erano i morti che le sussurravano... Diego De Silva, "L'avvocato Malinconico": la legge prevede lo stalking telefonico tramite canzonetta? E perché un persecutore dovrebbe scegliere proprio "Parole parole"? Carlo Lucarelli, "L'ispettore Grazia Negro": Grazia è riuscita infine a rimanere incinta e sta per andare in aspettativa. Ma davanti a una serie di strani suicidi che hanno a che fare con il mondo del gioco finirà lo stesso per indagare. Perché in qualche modo è coinvolta. E perché non può farne a meno.

6) Giovanni Floris, Il confine di Bonetti , edizioni Feltrinelli (dal 12 marzo):  

Un'ultima notte da leoni con gli amici di sempre, una soltanto. Cosa può esserci di male? E invece il notaio Rainò, facoltoso borghese romano, si ritrova in cella, e poi davanti a un magistrato. E la verità viene fuori. Non solo il racconto della folle serata in cui è naufragata la reunion, ma, come un fiume in piena, la confessione di una vita, delle avventure di un ragazzo e della sua generazione. Con al centro di tutto lui, il grande amico che ce l'ha fatta, Marco Bonetti, attualmente compagno di carcere. La storia del notaio Rainò e Bonetti è la storia di Giovanni e dei suoi amici, i ragazzi degli anni Ottanta: quelli del riflusso, della televisione commerciale, del pentapartito, del crollo delle ideologie mondiali. Ma anche quelli, forse gli ultimi, che hanno vissuto l'adolescenza come un periodo magico e pieno di possibilità, con l'idea di potercela fare, contando solo sulle proprie forze. Le camicie coi disegni cachemire (con le melanzane, si diceva). Il montone, la giacca color cammello e quelle giacche incerate... Lunghe... Come cacchio si chiamavano...

7) Camilla Lackberg, La sirena , edizioni Marsilio (dal 19 marzo):

Un mazzo di gigli bianchi e una busta con un biglietto. L’ennesimo. Impegnato nel lancio del suo romanzo d’esordio, Christian Thydell riconosce sul cartoncino bianco che gli viene recapitato prima di una presentazione la stessa calligrafia elaborata che da oltre un anno lo perseguita, e finisce per crollare. A Erica Falck, sua preziosa consulente nella stesura del libro, confessa di ricevere da tempo oscure lettere anonime. Uno sconosciuto lo minaccia di morte, e il pericolo si fa sempre più vicino.
Quando dal ghiaccio lungo la costa viene ripescato il corpo di un vecchio amico di Christian misteriosamente scomparso tre mesi prima, l’ispettore Patrik Hedström si convince che tra i due episodi ci sia una relazione e comincia a indagare.

8) Roberta De Falco, Bei tempi per gente cattiva , edizioni Sperling & Kupfer (dal 25 marzo):

  Dopo l'incidente, Benussi sta trascorrendo la convalescenza nella sua casa in campagna, con la sola distrazione di un misterioso e rumoroso vicino di casa, e del giallo incompiuto che tenta di scrivere. Ma un giorno sua moglie Carla, che sta facendo la spola tra la campagna e Trieste, scompare. Come ne "La finestra sul cortile", impossibilitato a uscire di casa, il commissario seguirà l'indagine da lontano, riempiendo di ordini i sottoposti Valerio Gargiulo ed Elettra Morin. Per scoprire che Carla è rimasta intrappolata in una rete tessuta molto tempo fa, ai tempi della guerra in Jugoslavia, dall'odio fratricida tra serbi e bosniaci. E da un vecchio amore scoppiato proprio durante quella guerra con troppi colpevoli.

9) Cristina Comencini, Voi non la conoscete , edizioni Feltrinelli (dal 26 marzo):

Nadia è in carcere e sta scontando la pena per una rapina, un delitto che ha commesso forse per disperazione, per solitudine, o forse per riappropriarsi di una parte di sé. Più forte del carcere in senso stretto è l'oscura gabbia interiore in cui ha vissuto come madre, come moglie, come figlia. L'ansia di tanti ruoli l'ha sdoppiata e ora cerca nuove faticose connessioni attraverso il rapporto con lo psicologo a cui è stata affidata. Un rapporto duro, ostile, che ha bisogno di tempo e di pazienza per trovare una strada. E non meno oscura e dolorosa è la memoria che la riannoda alla famiglia, anzi alle famiglie. Ma è proprio attraverso il racconto di sé, che significativamente Nadia dapprima conduce in terza persona, come se si vedesse da lontano, che si apre un varco. Il varco che diventa possibile solo se c'è qualcuno che ascolta veramente.

10) Jo Nesbø, Il pipistrello, edizioni Einaudi (dal 1 aprile):

L'ispettore Harry Hole della squadra criminale di Oslo è in missione fuori sede, a Sidney, per investigare su un caso di omicidio. La vittima è una ragazza norvegese di ventitré anni, abbastanza nota nel suo Paese. Harry è stato mandato lì dai suoi superiori per dare una mano alla polizia locale, con la raccomandazione di stare alla larga dai guai. Ma lui non è tipo da limitarsi a osservare il lavoro degli altri. Man mano che stringe amicizia prima con un detective, poi con una testimone, si fa coinvolgere sempre più nelle indagini. E scopre che l'assassinio è collegato a una serie di altri casi verificatisi in Australia, le cui tracce portano tutte alla figura di uno psicopatico. Nessuna tra le persone impegnate nell'inchiesta può però sentirsi al sicuro. Tanto meno Harry Hole.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti