video

Comune Acireale: i "furbetti" del cartellino

Continuano gli episodi legati ai "furbetti" del cartellino, cioè dipendenti pubblici che timbrano i bagde personali anche per colleghi assenteisti. Un'inchiesta della Procura di Catania e, soprattutto, le telecamere nascoste dalla Polizia di Stato hanno immortalato alcuni dipendenti del Comune di Acireale mentre timbravano più e più cartellini essendo complici alcuni loro colleghi che in realtà non si recavano al lavoro. 62 in tutto le persone coinvolte nell'inchiesta. Per 3 di questi la Procura ha disposto gli arresti domiciliari, 12 hanno vuato l'obbligo di firma, per gli altri 47 invece una bella denuncia con i reati di truffa e falso. In partica il 10% dei dipendenti del Comune siciliano erano coinvolti in questa truffa. Il sindaco ha dichiarato che il comune si costituirà parte civile. Viste le recenti norme alcuni degli indagati rischiano il licenziamento  
Ti potrebbe piacere anche

I più letti