Simona Santoni

-

A 85 anni, ieri pomeriggio, è morta l'attrice italiana Ilaria Occhini, presenza elegante di cinema, tv e teatro, bellezza delicata e fine. 

Nata a Firenze nel 1934, nipote dello scrittore Giovanni Papini e figlia dello scrittore Barna Occhini, ha recitato con i più grandi registi, da Luchino Visconti a Luca Ronconi a Giuseppe Patroni Griffi

Dopo il debutto cinematografico negli anni '50 nei film Terza liceo di Luciano Emmer (1954) e Il medico e lo stregone di Mario Monicelli (1957), è diventata una stella degli sceneggiati televisivi: è stata la protagonista di Jane Eyre (1957).
Rare e in parti secondarie, invece, le apparizioni cinematografiche. Più importante la presenza a teatro, da primadonna nelle piece Francesca da Rimini (1960) e Le allegre comari di Windsor (1976). 

Nel 2005 l'abbiamo vista in tv nelle quattro stagioni della popolare fiction di Rai 1 Provaci ancora prof! nei panni di Andreina, la mamma della protagonista.

Recentemente il ritorno al cinema d'autore. Nel 2008 ha vinto il Pardo d'oro per la migliore interpretazione femminile al Festival di Locarno per Mar nero di Federico Bondi, nel ruolo di un'anziana dal carattere aspro che alla fine si affeziona alla sua badante.
Nel 2010 David di Donatello per la migliore attrice non protagonista in Mine vaganti di Ferzan Ozpetek. È stata accanto a Sergio Castellitto, Claudia Gerini e Marco Giallini nella commedia Una famiglia perfetta (2012) di Paolo Genovese.

Lascia il marito 96enne, lo scrittore Raffaele La Capria.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

È morto Luke Perry, l'attore di Beverly Hills - Foto

Aveva 52 anni. È stato il bello e tenebroso della serie tv cult

È morto Cesare Cadeo: addio al volto garbato della tv

Il conduttore, tra i conduttori storici di Mediaset, è scomparso a 72 anni dopo una lunga malattia. Era stato anche Assessore allo Sport della provincia di Milano

È morta la regista Agnès Varda, decana del cinema francese

Aveva 90 anni. Pioniera della Nouvelle Vague, il suo sguardo vivace sul mondo attorno era sempre pronto a rinnovarsi

Commenti