Viaggi

Riapre Shanghai Disneyland ma per ora niente incontri con i personaggi e parate

L'ultimo nato dei parchi di divertimento di Topolino aveva chiuso i cancelli quasi quattro mesi fa a causa del Covid 19. Ora è pronto a ripartire

«A Shanghai abbiamo preso le prime misure verso il ritorno alla normalità già da inizio marzo, con la riapertura di alcuni negozi, ristoranti e esperienze di intrattenimento a Disneytown, Wishing Star Park e allo Shanghai Disneyland Hotel. Oggi, mentre la popolazione di Shanghai e le province confinanti stanno ritornando a una vita normale nei luoghi di lavoro, nelle scuole, nei negozi, nei ristoranti e nei luoghi di intrattenimento, sono felice di condividere che Shanghai Disneyland riaprirà al pubblico l'11 maggio».

A svelare che sarà l'ultimo nato in casa Disney il primo a riaprire i suoi cancelli agli ospiti è Joe Schott, President and General Manager di Shanghai Disney Resort. Un messaggio di speranza, dal Paese delle Meraviglie creato da Walt Disney e che racconta di come si possa tornare alla normalità. O quasi.

Perché sebbene il resort a 890 chilometri da Wuhan sarà il primo a riaprire, il tutto avverrà per in modo graduale per mantenere la salvaguardia degli ospiti. Così, spiegano dal parco, «Sebbene e regole del distanziamento sociale verranno ancora applicate, ma è un ulteriore segnale di ritorno alla normalità in Cina, dove la pandemia ha avuto inizio».




Nella prima fase di riapertura, le regole saranno rigidissime. A iniziare dagli accessi. Secondo le stime della stessa Walt Disney Company la capacità del parco, di circa 80.000 visitatori al giorno, verrà limitata a meno di 25.000. Questo, spiegano «per evitare assembramenti inutili all'esterno delle attrazioni o dei locali che riapriranno all'interno del resort».

Ma non solo. L'accesso al parco per il momento sarà controlla e consentito solo previo acquisto dei biglietti e con prenotazione della data. Un numero di limitato di ticket verranno venduti ogni giorno e i biglietti non datati non saranno utilizzabili durante questo periodo. Anche i possessori dei passaporti annuali (ovvero di quei pass speciali che permettono l'accesso illimitato al parco) dovranno rispettare queste regole prenotando data e orario della loro visita.

All'interno di tutta l'area Disney sarà obbligatorio indossare una mascherina certificata che potrà essere rimossa solo durante i pasti. Anche i cast member (i lavoratori all'interno del resort, ndr.) avranno l'obbligo di proteggere se stessi e gli altri indossando mascherine certificate. Il controllo della temperatura tramite telecamera che è stato implementato durante la riapertura di Downtown Disney rimane valido e tutti avranno l'obbligo di passare dal termoscanner.

Anche i personaggi storici appariranno nel parco in un modo nuovo. Sebbene per loro non vi sarà obbligo di mascherina (a eccezione, con tutta probabilità, di principi principesse e affini che, invece, dovranno coprire parzialmente il loro volto) non saranno possibili incontri ravvicinati, fotografie o autografi.

A riaprire lunedì sarà la maggior parte delle attrazioni di Shanghai Disneyland con una nuova concezione del termine di coda. Ogni area sarà infatti delimitata per consentire il rispetto totale del distanziamento sociale imposto dal Covid 19. Faranno eccezione solo le aree gioco per i bambini, i teatri e alcune esperienze interattive. Negozi, bar e ristoranti invece riprenderanno le loro attività ma con presenze controllate.



Le parate e gli spettacoli notturni saranno invece messe, per ora, al bando. In questa prima fase di apertura non sono previsti spettacoli o attività che possano anche solo creare il rischio di assembramenti all'interno del parco. Gli appassionati di questo tipo di spettacolo, tuttavia, non rimarranno delusi. Durante la fase di riapertura ci sarà una sorta di mini parata, che avrà luogo in orari del tutto casuali e non verrà annunciata, con i personaggi Disney più famosi dal nome "Mickey & Friends Express" e uno spettacolo di suoni e luci si svolgerà ogni giorno sul castello al crepuscolo.

Per non rinunciare alla magia ma goderne in tutta sicurezza, la frequenza delle misure di disinfezione sarà aumentata per rafforzare gli standard di pulizia già in atto in tutto il parco e i disinfettanti per le mani saranno disponibili presso attrazioni, ristoranti e negozi.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti