I migliori alberghi di Venezia
L'esterno del St. Regis a Venezia (Marriott)
I migliori alberghi di Venezia
Viaggi

I migliori alberghi di Venezia

Una delle città più incredibili del mondo, unica per storia, arte, ambiente. Ecco gli hotel più belli della città della Laguna

Storici, iconici, pluripremiati. In gran parte affacciati sul Canal Grande, non lontano da Piazza San Marco e dai luoghi di maggior interesse della città, i migliori alberghi di Venezia sono vere e proprie icone di stile e di ospitalità, che dispensano servizi a cinque stelle e regalano notti da sogno nella Serenissima. Ecco la nostra selezione

Belmond Hotel Cipriani

Tra gli alberghi più lussuosi e iconici di Venezia, il Belmond Hotel Cipriani si trova sulla punta della Giudecca, a soli 5 minuti di motoscafo da Piazza San Marco. Impeccabile il personale, nel segno del servizio cinque stelle firmato Belmond, preziosamente arredati gli ambienti interni, impreziositi da oggetti di antiquariato e artigianato locale. Le 96 camere e suite dagli interni eleganti, con balconi o terrazzi affacciati sulla laguna, sono divise tra l'edificio Cipriani e Palazzo Vendramin, risalente al XV secolo, collegato all'hotel da un antico cortile e viale fiorito. Nel cortile interno, la piscina olimpionica è l'unica in città, mentre è immerso nei giardini il centro benessere Casanova, completo di sauna, bagno turco e sala fitness. Dopo aver sorseggiato un Bellini originale ai tavolini del leggendario Cip's Club, si cena nel ristorante stellato Oro orchestrato dallo chef Davide Bisetto che, ispirandosi alla sua passione per l'arte moderna, ha ideato un menu-capolavoro in stile Jackson Pollock. In alternativa, si prenota un tavolo al Giudecca 10, più informale o un pranzo leggero a bordo piscina al Porticciolo. L'hotel propone nuove esperienze autentiche per scoprire il territorio e la Giudecca più inedita, come incontrare uno degli ultimi moecante, i pescatori specializzati nell'allevamento dei granchi o visitare un antico cantiere nautico, per conoscere la storia delle gondole realizzate artigianalmente dal 1800. E ancora, la visita all'antica farmacia del 1577 dietro la chiesa del Redentore, che conserva libri di ricette, vasi e ampolle utilizzati in passato dai monaci veneziani.

Belmond Hotel Cipriani

La piscina olimpionica del "Cipriani" di Venezia


Per informazioni: https://www.belmond.com/it/hotels/europe/italy/ven...

The Gritti Palace, a Luxury Collection, Venice

Davanti alla Basilica di Santa Maria della Salute, a pochi passi da Piazza San Marco e da La Fenice, il Gritti Palace è un elegante cinque stelle firmato Luxury Collection, ricavato nell'ex residenza privata del Doge di Venezia e trasformato in hotel nel 1895. Ernest Hemingway, Peggy Guggenheim, Paul Newman, oltre a uomini di Stato, sono solo alcuni degli ospiti che hanno firmato il Libro d'Oro dell'hotel, riaperto nel 2013 dopo un restauro da 35 milioni di euro che ha riportato all'antico splendore i marmi sui pavimenti e le capriate lignee dei soffitti, apportando anche soluzioni eco friendly. La storia secolare dell'hotel è legata all'arte, che torna nei quadri di Pietro Longhi nel bar, mentre la Explorer's Library è impreziosito dal quadro della scuola di Tiziano raffigurante il doge Andrea Gritti. L'hotel conta 61 camere e 23 suites con damascati Rubelli, specchi Girandole realizzati a mano, sofà Rococò, poltrone e lampadari in vetro di Murano. Dà accesso ad una delle terrazze più belle di Venezia, la suite del Redentore: 250 mq, mini pool e chaise longue per godersi il panorama. Affaccia sul Canal Grande anche la Riva Lounge, la terrazza dell'hotel, ispirata ai ponti in teak marino degli yacht in stile Art Deco degli anni Trenta. Celebra la tradizione culinaria veneziana il menu del Ristorante Club del Doge, mentre per cocktail e cicchetti ci si siede al Bar Longhi, con la famosa parete lavorata in vetro.

Per informazioni: www.grittipalace.it

JW Marriott Venice Resort & Spa

Situato sull'Isola delle Rose, il cinque stelle Lusso JW Marriott Venice Resort & Spa è l'indirizzo perfetto per vivere il meglio della Serenissima (che si raggiunge comodamente con una navetta gratuita) e al contempo sentirsi in un'enclave di quiete, immersi in un rigoglioso parco secolare e uliveto su una proprietà di 16 ettari. Restaurato dall'architetto Matteo Thun, l'albergo conta 266 eleganti camere e suite, tra cui i JW Retreats, le suite su due piani con giardini, piscina e ville
indipendenti. Quattro i ristoranti e quattro i bar con cucina internazionale e locale. A guidare il ristorante gourmet, Fiola at Dopolavoro, è Fabio Trabocchi, che propone cucina tradizionale italiana e dell'Adriatico, attingendo gli ingredienti al mercato di Rialto e dall'orto di proprietà. Autentica è anche l'esperienza culinaria studiata dalla Sapori Cooking Academy, mentre la vista più scenografica sulla Laguna si ammira dalla lounge sul tetto con piscina e vista. È la più grande spa di Venezia la JW Venice Spa, aperta anche agli esterni, con piscina, 8 cabine per trattamenti, una Spa Suite per i trattamenti di coppia, sauna, hammam. Non manca una palestra, altre 3 piscine.

Per informazioni: www.jwvenice.com/it/

Hotel Excelsior Venice Lido Resort

A pochi minuti in barca da Piazza San Marco e dal cuore pulsante di Venezia, l'Hotel Excelsior Venice Lido Resort è un'oasi di relax circondata dalle placide acque del Lido, ma in posizione strategica per raggiungere i giardini dell'Arsenale, sede de La Biennale. Capolavoro d'arte veneziana d'inizio novecento, con pittoresche terrazze sul mare, vanta spazi sontuosi e dall'allure regale. A capo dei ristoranti è l'executive chef Damiano Brocchini il Ristorante Tropicana, per una cena gourmet di alta cucina mediterranea da gustare sulla terrazza con vista sul Mar Adriatico oppure nel salone interno, dagli alti soffitti. E poi l'Elimar Beach Bar and Restaurant, di recente rinnovato nel design e nella proposta food, Elimar Beach Bar and Restaurant perfetto dalla colazione all'happy hour, per un'esperienza culinaria basata sulla tradizione Mediterranea. Prima di cena, si ordina un Excelsior Spritz sulla terrazza del Blue Bar.

Per informazioni: www.hotelexcelsiorvenezia.com

Venissa Wine Resort

Sull'isola di Mazzorbo ha fatto di recente incetta di premi e di successi il Wine Resort Venissa: premiata Chiara Pavan come Miglior donna Chef dalla Guida 2020 Identità Golose e The Best Female Italian Chef in Europe 2019 - The Love Italian Life Awards 2020 di Dublino. E ancora, Best Practice del Territorio per il Touring Club Italiano e Best Hotel for Sustainability per la Condé Nast Johansens, che seleziona i migliori boutique hotel del mondo. Merito dei proprietari, la famiglia Bisol, che ha recuperato la Dorona di Venezia, un antico vitigno quasi scomparso dopo la grande acqua alta del 1966. All'interno della vigna, circondata da mura medievali, si gustano piatti di pesce e vini di produzione propria in un elegante ambiente con travi a vista e ampia vetrate nel ristorante stellato Venissa e nel bistrot, l'Osteria Contemporanea. Tremila metri di terra all'interno della tenuta sono stati poi destinati ai locali che oggi coltivano gli orti di Venissa conferendo parte delle verdure alle cucine dei due ristoranti. Si soggiorna in una delle cinque camere del Wine Resort, e nelle tredici camere di Casa Burano, ispirate al modello dell'albergo diffuso e immerse nella vita di un paese dalle case colorate ancora ricco di tradizioni.

Per informazioni: https://www.venissa.it/

Hotel Danieli, a Luxury Collection, Venice

Vanta una storia che risale al 1300 l'Hotel Danieli, in posizione strategica sulla Riva degli Schiavoni, a 200 metri da Piazza San Marco e dai principali musei, teatri ed edifici storici cittadini. Luxury Collection Hotel ospitato all'interno di Palazzo Dandolo, costruito dall'omonima famiglia, per volere del doge Andrea Dandolo, che ne fece uno dei palazzi più lussuosi di Venezia con il bottino di oro, marmo e manufatti bizantini portati da Costantinopoli. Fu trasformato in hotel nel1822, quando venne acquistato da Giuseppe Dal Niel, detto Danieli, appunto. Oggi tripudio di archi moreschi, colonne orientaleggianti e scalinate dorate, che danno accesso alle 216 spaziose camere con vista sul Canal Grande, distribuiti in tre edifici diversi collegati da ponti coperti, anche queste arredate con opere d'arte, mobili d'epoca, lampadari di Murano, stucchi e marmi, soffitti lavorati a foglia d'oro. Serve piatti di cucina raffinata, ispirata ai sapori genuini del territorio, il ristorante Terrazza Danieli, da dove lo sguardo spazia sui Giardini, l'Isola di San Giorgio e Punta della Dogana. In abbinamento ai piatti, si scelgono oltre 450 etichette della cantina, mentre per ordinare un cocktail si scende al Bar Dandolo, set dei film di James Bond.

Per informazioni: Hoteldanieli.com

The St. Regis Venice

Affacciato sul Canal Grande, a pochi passi da Piazza San Marco e sul lato opposto rispetto a Punta della Dogana, The St. Regis Venice ha riaperto dopo il meticoloso restauro dei cinque palazzi veneziani che lo compongono (il palazzo Badoer Tiepolo, il più antico, risale al XVII secolo), che nel tempo hanno ospitato intellettuali e artisti del calibro di J.M.W Turner, John Singer Sargent e Claude Monet. Oggi sfoggia un design contemporaneo curato dallo studio londinese Sagrada. Le 130 camere e 39 suite sono state arredate nel rispetto degli elementi del patrimonio artistico e culturale dell'edificio e in gran parte guardano sui lussureggianti giardini dell'hotel e sul CanalGrande. È una residenza d'arte contemporanea la Presidential Suite, con due camere da letto, che diventano tre nella Penthouse Suite, mentre le Monet Suite rendono omaggio ai riflessi di luce sulCanal Grande. È un omaggio a Carlo Scarpa, uno dei più grandi artisti ed architetti veneziani, il design delle aree comuni. Un'eclettica collezione di opere d'arte e sculture arricchisce gli ambienti, lo stile veneziano è riconoscibile in tutti gli arredi dell'hotel, nei tessuti sartoriali e personalizzati, nelle creazioni artigianali che si rifanno alla forma sinuosa delle gondole, nei motivi decorativi che si rifanno a Palazzo Ducale, ai pavimenti marmorei della chiesa di San Giorgio Maggiore e allo scorrere dell'acqua nei canali. Si gusta cucina italiana a base di ingredienti di stagione al Gio's, affacciato sul Canal Grande e sul giardino privato. Cocktail moderni e classici ispirati ai capolavori di Banksy, Yayoi Kusama, Jeff Koons, sono in carta all'Arts Bar. Per momenti di totale relax, infine, la Spa Suites firmata Carita Paris, propone trattamenti personalizzati, mentre la sala fitness attrezzata con macchinari Technogym® assicura un training mirato in un ambiente ultra moderno.

Per informazioni: www.stregisvenice.com

Hilton Molino Stucky

Nato come pastificio alla fine del 1800, convertito in hotel cinque stelle nel 2007, Hilton Molino Stucky è un esempio di architettura post industriale dal moderno design, che conta 379 camere rinnovate di recente, e ha ricevuto il Premio 100 Eccellenze Italiane 2020 ai World Travel Awards. Si gusta autentica cucina veneziana nel ristorante Bacaromi che riproduce un tradizionale bacaro veneziano e durante la bella stagione accoglie nella terrazza panoramica. Propone i sapori della cucina mediterranea in chiave innovativa il ristorante Aromi, guidato dall'executive chef Ivan Catenacci e premiato come Luxury Hotel Restaurant of the Year 2019, Italy ai World Luxury Restaurant Awards. Si gode la miglior vista sulla Serenissima secondo Lonely Planet dallo Skyline Rooftop Bar, che propone un signature menu e una drink list di 21 cocktail firmati dal bartender Gabriele Cusimano. All'ultimo e ottavo piano, la vista spazia sul Canal Grande dalla piscina più alta della città. A fianco, la Presidential Suite, la più grande in città, è un rifugio per due di 300 mq, distribuito in una torre di due piani. Per il relax e per tenersi in forma, c'è l'Eforea Spa & Centro Fitness.

https://www.molinostuckyhilton.it/

Ti potrebbe piacere anche

I più letti