lampada-salotto
Signify
lampada-salotto
Tecnologia

La lampada che spegne il coronavirus

Attraverso la luce ultravioletta, il nuovo prodotto da tavolo di Philips allontana la carica virale del Sars-Cov-2 dalle stanze della casa

In questi tempi bizzarri, ci siamo abituati a oggetti che innovano la funzione mantenendo vecchie forme. È il caso di questa lampada a marchio Philips prodotta da Signify, che non diffonde luce tradizionale, ma ultravioletta. Invisibile all'occhio umano, però molto efficace quando si tratta di combattere germi e batteri, muffe, spore, più vari allergeni che torturano i soggetti più sensibili. La stessa, per intenderci, che usano i barbieri o i dentisti prima di riutilizzare i loro ferri del mestiere.

Basta lasciare la lampada accesa all'interno di una stanza – per un tempo variabile dai 15 minuti per un ambiente piccolo come un bagno, fino a tre quarti d'ora per un soggiorno da 30 metri quadri – per neutralizzare i virus. Incluso quello che oggi ci preoccupa di più: prove in laboratorio hanno dimostrato che sono bastati pochi secondi per ridurre la carica virale del Sars-Cov-2 su una superficie, su livelli inferiori a quelli rilevabili. Insomma, eliminarne potenzialmente la pericolosità.

Abbiamo imparato che pulire non basta, bisogna igienizzare con attenzione e precisione per essere sicuri di lasciare il coronavirus fuori la porta di casa. Oggetti come questo risparmiano il lavoro, se ne prendono carico, a patto di seguire alcune avvertenze fondamentali. Oltre a distruggere i germi, la luce ultravioletta può danneggiare gli occhi e la pelle. Ecco perché la lampada ha un sensore di movimento che la spegne non appena rileva una presenza nei paraggi. Così, se ci si dimentica di disattivarla, lo fa in automatico. Inoltre, un assistente vocale invita gli utenti ad abbandonare l'ambiente prima di far partire il processo, un pannello di controllo aiuta a impostare il ciclo migliore per il tipo di stanza in cui la lampada è stata collocata.

«Mentre tutto il mondo si sta adattando alle sfide e alla "nuova normalità" dell'era Covid-19, noi di Signify ci sentiamo in dovere di contribuire alla crescente necessità di sanificare oggetti e superfici da parte delle persone. Da qui nasce la lampada da tavolo Philips per la disinfezione UV-C. Questo innovativo dispositivo, dotato di sorgenti luminose UV-C Philips, consente di neutralizzare diversi tipi di virus, incluso il SARS-CoV-2, virus responsabile del Covid-19, e batteri per contribuire a mantenere le proprie abitazioni al sicuro da microorganismi dannosi» ha confermato Rowena Lee, division leader digital products di Signify.

Per totale trasparenza, va evidenziato che non si tratta di un dispositivo medico, né può essere per disinfettare mascherine e respiratori chirurgici. In compenso, la sua efficacia sul coronavirus è stata certificata dai National Emerging Infectious Diseases Laboratories della Boston University, negli Stati Uniti.

lampada-bagno La lampada in uso in un bagnoSignify

lampada-bagno

Tutti i dettagli, anche quelli tecnici, si possono leggere sul sito ufficiale, che contiene anche il link all'acquisto diretto su Amazon, dove il prodotto sarà disponibile in esclusiva fino a fine marzo. Non costa poco, circa 120 euro, a meno si possono trovare dispositivi con elementi simili. Questo però spicca per caratteristiche costruttive – in primis il metallo, al posto della plastica – una certa cura estetica che non impone di nasconderlo a ogni utilizzo, la garanzia di un produttore leader nel suo settore. E, soprattutto, le accortezze perché non si attivi in modo accidentale. Nel dubbio, comunque, si può sempre staccare la spina.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti